Tottenham, Lucas Moura rivede il suo terzo gol e scoppia in lacrime

Lucas Moura ha realizzato una tripletta decisiva che ha permesso al Tottenham di approdare in finale di Champions. Il brasiliano è scoppiato in lacrime una volta rivisto il suo terzo gol davanti alle telecamere

Lucas Moura è diventato il grande eroe dei tifosi del Tottenham, dei suoi compagni di squadra e del tecnico Mauricio Pochettino. Il 26enne brasiliano è arrivato agli Spurs a gennaio del 2018 dal Psg, dove giocava davvero poco perché chiuso dall'agguerrita concorrenza. L'ex obiettivo di mercato dell'Inter ieri sera si è preso la scena all'Amsterdam Arena realizzando una tripletta da urlo che ha spedito direttamente in finale di Champions League il Tottenham, eliminando incredibilmente l'Ajax, grande favorito alla vigilia dopo l'1-0 dell'andata e che ieri aveva chiuso il primo tempo in vantaggio per 2-0.

Lucas Moura ha letteralmente ribaltato l'Ajax con una tripletta assurda realizzata tra il 54' e il 96' che ha permesso così agli Spurs di ottenere la prima storica finale di Champions della sua storia. Mauricio Pochettino e i suoi giocatori hanno festeggiato versando lacrime di gioia per l'impresa sfiorata con Eriksen che parlando di Moura ha affermato: "Spero che dopo questo arrivi per lui una statua in Inghilterra". Lucas si è portato a casa il pallone in virtù della tripletta realizzata e in zona mista alcuni giornalisti inglesi gli hanno fatto un regalo facendogli rivedere i suoi gol, rivedendo il terzo l'ex Psg e San Paolo è scoppiato in lacrime.

on c'è dubbio che Lucas Moura sia stato l'eroe della partita, che ha visto il Tottenham conquistare un posto nella finale di Champions League. Ma il brasiliano è stato protagonista anche nel dopo partita, quando gli sono state mostrate le immagini del suo terzo e decisivo gol e lui è scoppiato in lacrime. Anche il suo compagno Christian Eriksen lo ha incoronato. "

Commenti

Holmert

Gio, 09/05/2019 - 14:42

Inaudito, un goal segnato all'ultimo tiro.Da passare alla storia del calcio.Quella non è più zona Cesarini, ma zona del bus del cxl. L'Aiax è rimasto con un pugno di mosche in mano, era sicuro della finale. Grande delusione, irripetibile sfortuna. Io avrei fatto un catenaccio,alla Nereo Rocco.

ruggerobarretti

Gio, 09/05/2019 - 22:14

Sfortuna??? Non credo, mi sembra che abbia vinto chi ci ha provato fino in fondo. Vittoria meritata. Non è un caso che alle squadre inglesi riescano molto spesso queste imprese.