Sudan, torna in libertà giornalista coi pantaloni 

E' stata scarcerata Loubna Ahmed al-Hussein, condannata ieri a un mese di prigione e a una multa per aver indossato pantaloni. L'indumento è stato giudicato "indecente" e, quindi, contrario alla legge

Sudan, torna in libertà 
giornalista coi pantaloni 

Khartoum - E' stata scarcerata in Sudan la giornalista Loubna Ahmed al-Hussein, condannata ieri a un mese di prigione e a una multa per aver indossato pantaloni, indumento giudicato "indecente" e, quindi, contrario alla legge.

Scarcerata la giornalista "ribelle" Loubna Ahmed al-Hussein è "uscita di prigione; abbiamo pagato la multa di 500 sterline" (200 dollari) ha dichiarato Moheddin Titawi, presidente dell’Unione giornalisti sudanesi. Loubna Ahmed al-Hussein era stata imprigionata perché rifiutava di pagare la multa, alternativa al mese di carcerazione. La donna, giornalista e civilmente impegnata, rischiava anche 40 colpi di frusta, pena che non le è stata comminata anche in seguito al clamore mediatico internazionale suscitato dalla vicenda. Questa mattina, un editoriale del quotidiano progovernativo sudanese al-Ray al-Aam (L’opinione pubblica) rimproverava alla giovane di "politicizzare" la sentenza emessa lunedì dal tribunale di Khartoum-Nord.