Politica

Dal taglio dei parlamentari al Senato federale: al Quirinale la bozza della riforma costituzionale

Calderoli sale al Quirinale per presentare la bozza di riforma costituzionale a Napolitano. Il testo prevede il dimezzamento dei parlamentari e il Senato federale. Il ministro leghista: "Prima pensiamo a questo, e poi si farà la legge elettorale"

Dal taglio dei parlamentari al Senato federale: 
al Quirinale la bozza della riforma costituzionale

Roma - Il ministro alla Semplificazione del programma Roberto Calderoli sale al Quirinale per esporre al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano la sua bozza di riforma costituzionale. Secondo il Quirinale, il ministro lumbard sarebbe stato ricevuto questa mattina. "Sono andato al colle per portare la mia bozza relativa alla riforma costituzionale", ha commentato Calderoli.

Bozza di riforma costituzionale Una riforma che prevede, tra le varie misure, il dimezzamento del numero dei parlamentari (sia a Montecitorio sia a Palazzo Madama) e l'istituzione di un Senato federale. "Una riforma necessaria, da anteporre ad un'eventuale riforma del sistema elettorale", ha poi spiegato Calderoni, che trova anche il tempo per rispondere a tono alle dichiarazioni rese dal presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, secondo il quale la Lega piuttosto che arrivare a un referendum sulla legge elettorale "staccherebbe la spina" al governo. "Pensi a fare le primarie nel Pdl, se ci tiene - ha detto il ministro leghista - al resto deve pensare Bossi, non di certo lui".

Commenti