Ancora problemi per Zuckerberg: Instagram va di nuovo down

Nuovo stop per l'app Instagram, facente parte della galassia Facebook: feed fermi e nessun aggiornamento per circa un'ora. Sale la preoccupazione degli influencer

Ancora problemi per Mark Zuckerberg: Instagram va di nuovo down

Non c'è pace per Mark Zuckerberg. Nella settimana più nera per il suo impero, durante la quale si è registrato il più duraturo down della storia da quando esistono i social network, con oltre 7 ore di buio per Whatsapp, Facebook e Instagram, il colosso di Menlo Park ha subito un altro arresto. Stavolta il blackout è durato poco più di un'ora ma tanto è bastato agli utenti per preoccuparsi, vista anche la vicinanza temporale con il down subito dal sistema di Zuckerberg lo scorso 4 ottobre.

Ad andare in down è stato solo Instagram, il popolarissimo social-network basato sulle immagini. I post e le storie pubblicate dagli utenti non riuscivano a caricarsi, con il risultato di un feed bloccato senza possibilità di scorrere tra le foto e i video degli amici. Cos'è successo questa volta? Non è dato conoscere la causa dell'ennesimo stop di Instagram, che ha ovviamente generato ilarità negli utenti social, che si sono riversati in massa su Twitter per commentare l'accaduto. Il social network dell'uccellino blu, uno dei pochi, tra i "grandi" a non essere parte dell'impero di Mark Zuckerberg, è diventato il punto di riferimento in casi come questo, a tal punto che durante il big down del 4 ottobre Twitter ha registrato il maggior incremento di utenti e il picco massimo di connessioni nello stesso momento da quando è stato messo online.

Il nuovo malfunzionamento di venerdì 8 ottobre è stato segnalato in massa dagli utenti a partire dalle 20.45. Ci sono state alcune segnalazioni anche per quanto riguarda Whatsapp e Facebook ma a differenza dello scorso lunedì sono state in misura nettamente inferiore. L'instabilità frequente dei social network sta iniziando a preoccupare moltissimi utenti, soprattutto quelli che sui social hanno costruito i loro piccoli, o grandi, imperi economici. Il blackout di lunedì 4 ottobre ha generato, secondo le stime di Fortune, perdite per circa 86 milioni di dollari, solo nel periodo del down. Una cifra monstre ma non per un colosso come quello di Zuckerbeg. Ma ripercussioni, in misura minore, le hanno avute anche gli influencer e le aziende che hanno fatto dei social network la loro principale base operativa e che ora si domandano se abbiano fatto la scelta più giusta.

Per i problemi di lunedì 4 ottobre, vista l'enorme portata del disagio, è stato Mark Zuckerberg in persona a scusarsi con gli utenti, anche per rassicurare sulla solidità del suo impero: "Ci scusiamo per l'interruzione: so quanto vi affidate ai nostri servizi per rimanere in contatto con le persone a cui tenete".

Commenti