Innovazione e sostenibilità: i nuovi bisogni dei giovani

Nel digital talks organizzato da Banca Generali sono stati approfonditi gli ultimi cambiamenti sociali improntati a una nuova sensibilità sostenibile

Innovazione e sostenibilità: i nuovi bisogni dei giovani

Innovazione e sostenibilità sono le sfide del presente, e dell'immediato futuro, con le quali, tra gli altri, devono fare i conti il mondo del risparmio, dell'energia e università. Nel digital talks organizzato da Banca Generali, e moderato da Nicola Porro, si è parlato proprio di questo. Protagonisti del dibattito online l'Amministratore delegato della banca private Gian Maria Mossa, il Ceo di Enel X, Francesco Venturini e la docente del Politecnico di Milano, Laura Grassi.

Giovani e innovazione

I relatori hanno analizzato in che modo le imprese (e, come vedremo, non solo quelle) si stanno misurando con il ricambio generazionale e con gli ultimi cambiamenti improntati a una nuova sensibilità sostenibile che hanno travolto la società. "Noi abbiamo circa 20mila ragazzi sotto i trent’anni come clienti rispetto ai 300mila complessivi, il 6,5% che però gestiscono meno dell’1% degli assets. Insomma la fotografia dell’Italia: i clienti giovani ci sono, ma dal punto di vista dei risparmi purtroppo sono ancora pochi", ha spiegato l'AD di Banca Generali, Gian Maria Mossa.

È interessante sottolineare un altro aspetto emerso nel corso del dibattito. Circa il 60% delle operazioni si concludono senza l'utilizzo della carta. "Questo dà la misura di quanto ormai l’innovazione si stia imponendo anche nei settori più tradizionali. Con elementi che saranno sempre più importanti come per esempio l’uso della blockchain: in tale senso noi stiamo lavorando tantissimo con tutto il settore dell’automatizzazione", ha aggiunto l'AD Mossa.

Verso un futuro sostenibile

Il Ceo di Enel X, Francesco Venturini, ha invece raccontato il cambiamento di un'azienda tradizionale quale è sempre stata Enel. Quest'ultima può vantare 75 milioni di contatori nel mondo, e porta letteralmente energia a mezzo miliardo di persone. Dato l'enorme portafoglio di clientela, connesso a un potenziale enorme, Enel X ha puntato su nuove attività. Tra queste spicca il trasporto sostenibile, mediante la creazione delle colonnine e del trasporto dell'ultimo miglior.

"Oggi, sempre di più, le persone comprano meno automobili e si dedicano ad una mobilità più sostenibile. Ecco perché ci stiamo concentrando molto sulla virtual power plants, impianti di generazioni cosiddetti virtuali che ritroviamo nel trasporto, a casa, nell’industria. Sempre di più i sistemi elettrici saranno connessi in maniera digitale", ha dichiarato il CEO Venturini.

Il pianeta universitario non è certo rimasto escluso dai cambiamenti sociali e generazionali. Al contrario, l'aspetto dell'innovazione, e di conseguenza il modo in cui gli studenti la percepiscono per poi affacciarsi al mondo del lavoro, è un tema centrale. Lo ha sottolineato a dovere la docente del Mip Laura Grassi. Ciò che l'ambito accademico cerca di trasmettere ai giovani è la necessità di diventare abili nelle competenze tecniche, ma altrettanto nel riconoscere i bisogni, capire i problemi e pensare alle soluzioni. "Perché lì, oggi, risiede il vantaggio dell’essere umano rispetto alla tecnologia", ha affermato Grassi.