Twitter ora ti avvisa se sta per scoppiare una rissa social

Twitter cerca di mettere un freno alle risse social sulla propria piattaforma, con notifiche che avvertono gli utenti quando una conversazione è a rischio

Twitter ora ti avvisa se sta per scoppiare una rissa social

Quante volte sarà capitato di prendere parte a una conversazione sui social, ad esempio su Twitter, salvo poi pentirsi di averlo fatto. Spesso il motivo riguarda i toni particolarmente accesi raggiunti durante lo scambio di commenti, vere e proprie risse social, oppure l'elevato numero di risposte e contro risposte.

È per contrastare un'ondata crescente di conversazioni ad alto rischio e per mettere in guardia gli utenti del tono "intenso" degli scambi che Twitter ha deciso di passare all'azione. Quando si accede a post e commenti che tendono a diventare aggressivi o comunque poco gradevoli, il social network invierà una notifica all'utente che si sta avvicinando a questi contenuti.

Conversazioni a rischio, gli avvisi di Twitter

Lo stesso social network ha deciso di mostrare, in un apposito post, le varie schermate che possono essere visualizzate quando si approda in tweet a rischio. Messaggi di avviso tipo "Conversations like this can be intense" ovvero "Conversazioni di questo tipo possono diventare accese".

Gli interventi del social network non si fermano alla semplice segnalazione di tweet potenzialmente "accesi", ma interesseranno anche le condivisioni e i singoli commenti degli utenti. Al momento di accedere a conversazioni dai toni intensi potrebbe segnalare anche la possibilità di "orientarsi verso qualcos'altro", come post che incoraggino l'empatia o altri basati su fatti e informazioni verificati.

Anche lato condivisioni potrebbe cambiare qualcosa. Se la piattaforma dovesse ritenere che il tweet venga condiviso senza essere stato effettivamente letto potrebbe bloccarne la diffusione. Questo per arginare il numero di contenuti che potrebbero generare disinformazione.

Inoltre potrebbe anche invitare a riflettere sull'opportunità di inserire contenuti potenzialmente offensivi. Una serie di avvisi che certamente potrebbero portare a una riduzione dei commenti aggressivi o spiacevoli sulla piattaforma, ma che dall'altro canto rischiano di risultare troppo invasivi e minare alle basi l'esperienza associata a questo particolare strumento di condivisione.

Commenti