Tessera unica per tram, bici a nolo e car sharing

Si potrà prendere la metropolitana fino alla stazione del Bikemi, sganciare la bici per arrivare all’autorimessa del car sharing e da lì raggiungere la destinazione con l’auto in affitto. Anche senza fare il triathlon in città, ma usandone uno alla volta, da inizio 2010 i milanesi avranno a disposizione un’unica tessera di abbonamento per tutti i mezzi gestiti da Comune e Atm: tram e metrò, bike e car sharing, passante e bus by night. Rivoluzione a cui lavorano Palazzo Marino e Atm. L’assessore alla Mobilità Edoardo Croci ringrazia « i milanesi che già hanno modificato il proprio modo di spostarsi in città». Parlano i numeri: 30 milioni di passeggeri in più sui mezzi nel 2008 «con tutte le altre città in controtendenza»; 11mila iscritti in 10 mesi al bike sharing, con punte record di 3.900 bici sganciate due giorni fa e la 100ª stazione che sarà inaugurata dal sindaco il 16 settembre, nella Settimana europea della mobilità sostenibile. Croci anticipa che entro il 2011 sarà pronto il percorso ciclabile dal centro all’Idroscalo. Tra qualche mese la Regione pubblicherà il bando che concederà voucher da 3mila euro agli over 65 che rottamano l’auto e usano bus, taxi, bike sharing: il Comune ha chiesto (e ottenuto) di estenderlo in città anche a donne sole e studenti.