Torino, tragedia familiare: uccide moglie a martellate Poi fugge: caccia all'uomo

La separazione era vicina. Per questo motivo ieri sera a Nichelino un italiano di 53 anni ha
preso a martellate la moglie, 43enne romena. Poi è scappato

Torino - La separazione era vicina. Probabilmente per questo motivo, perché non riusciva ad accettarlo, ieri sera a Nichelino un uomo italiano di 53 anni ha preso a martellate la moglie, 43enne romena. Poi è scappato via su una Fiat Doblò. La donna è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di Moncalieri. I carabinieri stanno dando la caccia all’uomo.

Ritrovata l'auto E' stata ritrovata l’auto di Nicolò Colonna, 53 anni. Il mezzo, un Fiat Doblò bianco, era abbandonato in via Costa, a Nichelino, vicino alle sponde del fiume Sangone. Del marito violento, però, non c’è ancora traccia. L’intera zona è stata sorvolata questa mattina ad un elicottero dei carabinieri, che stanno ora pattugliando a piedi i vicini boschi di Stupinigi.

La ricostruzione della tragedia Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma, Nicolò Colonna ha aggredito la moglie al culmine dell’ennesimo litigio. L’uomo non voleva saperne di separarsi dalla donna, Alice di 43 anni, nonostante negli ultimi mesi il loro rapporto si fosse deteriorato. L’aggressione ieri sera, intorno alle 21.30, nel loro appartamento di via Cagliari. La vittima, nonostante le ferite, è riuscita a raggiungere i vicini di casa, nell’appartamento al piano superiore, che hanno dato l’allarme proprio mentre il marito violento si dava alla fuga.