Tragedia sull’autobus: invalido cade con la carrozzina e muore

Da chiarire se l’uomo abbia avuto un malore o se il congegno d’aggancio della sedia a rotelle fosse difettoso

I passeggeri dell’autobus l’hanno visto franare sul pavimento del mezzo, trascinandosi addosso la sedia a rotelle sulla quale stava. Non si sa se sia dipeso dal congegno che doveva tenerlo ancorato alla parere del bus o se invece la causa di tutto sia stata un malore, che ha fatto cadere a terra l’invalido. Quel che è certo è che R.G, 72 anni, milanese, ieri è morto dopo essere stato trasportato in ospedale per i danni riportati dalla caduta a bordo di un autobus della linea 58.
Sono da poco passate le undici. L’autobus proviene da Sant’Ambrogio e sta percorrendo via Nirone. Arriva il momento della svolta in corso Magenta, il bus fa la manovra e pochi istanti dopo i passeggeri vedono il signore accasciarsi a terra.
Il conducente blocca di colpo il bus e chiama i soccorsi. Passano pochi minuti e sul posto arriva l’ambulanza. Il passeggero caduto appare subito in gravi condizioni, è trasportato sull’ambulanza e portato al Policlinico. «Nel pomeriggio le sue condizioni sono peggiorate - spiegava in serata la polizia locale - fino ad arrivare al decesso».
Il settantatreenne era salito sull’autobus con la carrozzina. Da una prima ricostruzione sembra si sia avvicinato alla zona riservata agli invalidi, dove - ricordano sempre gli agenti - sono presenti dei sistemi per permettere alle persone che si spostano in carrozzella di viaggiare con maggiore sicurezza. Non si sa, però, se l’uomo si fosse agganciato ai sostegni. O se invece abbia avuto un malore che gli abbia impedito di farlo. E pochi istanti dopo la curva fatta dall’autobus per entrare in corso Magenta è caduto a terra insieme alla carrozzella
Su quanto accaduto è in corso un’inchiesta che cercherà di capire che cosa è successo a bordo dell’autobus della linea 58.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento