Tram e asfalto, allarme cantieri La mappa dei disagi sulle strade

«Milanesi abbiate pazienza, scusate i disagi». Il vicesindaco previene le proteste («che tanto ci sarebbero comunque se non facessimo i lavori, e ci saranno per il traffico») e avverte che quest’estate per sostituire il più velocemente possibile i binari dei tram in 46 strade su cui viaggiano anche le auto gli operai dell’Atm saranno all’opera su tre turni, dalle sei del mattino all’una di notte. Ma tollerare rumore e deviazioni di percorso «è necessario per avere mezzi pubblici più sicuri e più veloci» ribadisce Riccardo De Corato. Sono in tutto 73 i cantieri che verranno aperti tra l’inizio di giugno e la fine di agosto per rimuovere i vecchi binari e posare quelli con una resina speciale che attutisce il fracasso che tormenta parecchi condomini al passaggio dei tram e aumenta il comfort per chi viaggia. Di questi interventi però 27 sono quelli in corsia riservata (da piazza Firenze a Cenisio, Mac Mahon, Tito Livio o Repubblica-Veneto), che quindi non hanno conseguenze sul traffico privato. Le prime opere partiranno già entro la fine di questo mese perché richiedono tempi più lunghi e interesseranno via Porpora nel tratto da via Teodosio a Ponte della Ferrovia e dove la sosta su entrambe i lati verrà temporaneamente sospesa, in via Tremelloni per via Anassagora mentre all’inizio di giugno partiranno quelli in largo Greppi per Foro Bonaparte, con deviazioni al traffico e itinerari alternativi su via Lanza e Quintino Sella.
Il 95 per cento dei cantieri che convivono con il passaggio delle auto saranno concentrati nel periodo di chiusura delle scuole, da Carrobbio a via Bassini, Procaccini, Porta Genova, Corsica. Atm investe per il restyling venti milioni di euro. Per la prima volta, anticipa De Corato, ci sarà un piano di comunicazione per migliorare le informazioni ai cittadini, i cartelli saranno piazzati sul posto con il massimo anticipo» e a disposizione ci sarà anche il numero verde 800.36.86.36. Un’attenzione speciale è stata chiesta dal Comune anche per il decoro dei cantieri, lo smaltimento rapido dei rifiuti, camminamenti pedonali, la posa di cancelletti mobili.
Fuori dal centro, dove è possibile Atm rimuoverà i vecchi masselli. In via Porpora per esempio, dove ricorda Bruno Simini i residenti «non si lamenteranno di sicuro per i turni prolungati ma potranno festeggiare un intervento che ci chiedevano da tanti anni e finalmente possiamo realizzare - ammette l’assessore ai Lavori pubblici -. Oltre a sostituire i vecchi binari toglieremo il pavè e il quartiere potrà dormire sonni tranquilli».
Partirà sempre questa estate, per entrare a pieno regime per il rientro dalle vacanze a settembre, il programma di «razionalizzazione» delle linee Atm in centro con l’obiettivo di aumentare del 20 per cento la puntualità e del quindici la velocità. Il piano, illustrato ieri in commissione a Palazzo Marino da vicesindaco e vertici dell’azienda, prevede tagli e modifiche del percorso per la 2, 3, 19, 27 e 33 che ridurranno da 7 a 5 le linee in transito da piazza Cordusio e da 5 a 4 quelle in via Broletto. I consigli di zona hanno già dato l’ok, la giunta dovrà dare il via libera la prossima settimana.

Commenti