Una "tre giorni" benefica per conoscere le notti dei giovani milanesi

Una tavola rotonda, un'asta benefica e una mostra fotografica saranno i tre eventi, in programma dal 15 al 17 settembre allo Spazio Forma, di «Le Giornate della Notte»

Una tavola rotonda, un'asta benefica e una mostra fotografica per raccontare il mondo della notte e il popolo di giovani che la anima: questo il programma di «Le Giornate della Notte», la tre giorni promossa da Nitepeople, il magazine diretto da Luca Poggiaroni, che negli ultimi due anni ha documentato con originalità la movida milanese. Ad ospitare l'iniziativa, in programma dal 15 al 17 settembre 2009, è il Centro internazionale di fotografia Forma di Milano, che per l'occasione diventa punto d'incontro e discussione per raccontare l'altra faccia del giorno.
La notte è un meraviglioso palcoscenico, punto d'incontro tra persone che si divertono, che amano la scoperta, lo scambio reciproco di idee, il confronto. E sarà proprio con un video che raccoglie le opinioni di chi la notte la vive che si inaugurerà, martedì 15 (ore 18.30 su invito) la tavola rotonda «La Notte che vorrei».
Raccolte nei luoghi più frequentati di Milano, le video-testimonianze, daranno voce a desideri, esigenze e necessità di giovani, gestori e pr, raccogliendo valide alternative e proposte per rendere la notte sempre più simile a chi la vive. Esponenti della moda, della televisione e della comunicazione, insieme con gestori di locali e rappresentanti delle autorità, partiranno da queste testimonianze per un dibattito che li coinvolgerà nella più insolita e informale delle tavole rotonde.
Invitati come relatori saranno: Giovanni Terzi (assessore alle attività produttive, politiche del lavoro e dell'occupazione del comune di Milano), Giampaolo Landi di Chiavenna (assessore alla salute del comune di Milano), Massimo Galli, (professore ordinario di malattie infettive dell'Università degli Studi di Milano), oltre a Elio Fiorucci (stilista), Oliviero Toscani (fotografo e comunicatore), Lucio Nisi (proprietario della discoteca 'Plastic' di Milano), Lucilla Agosti (conduttrice tv), Francesco Morace (sociologo e giornalista) e Roberta Ferrari (pr milanese di locali di tendenza).
Mercoledì 16 (ore 18), sarà la volta dell'asta di beneficenza «Kokò SmArt» a favore di Anlaids (sezione Lombardia) che vedrà Philippe Daverio nel ruolo di battitore d'eccezione. Circa 200 Kokò SmArt, oggetti di arte e design a forma di pinguino, verranno acquistati dal migliore offerente.
Nata nel 2006 da un progetto di Slide - azienda di design caratterizzata dall'utilizzo della luce - in collaborazione con la Galleria Scoglio di Quarto, la collezione d'arte «Kokò SmArt» ha dato la possibilità ad artisti, street-writer e giovani emergenti del mondo del design e della moda di personalizzare Kokò, lampada pinguino ideata da Giò Colonna Romano. La collezione di pinguini (realizzati in polietilene e alti 40 cm) si è poi ampliata con volti noti del mondo dell'arte e del design, della musica e della moda, eterogenei, per esperienza, età, e provenienza. Tra i tanti: Andy (Bluvertigo), Diego Della Palma, Massimo Iosa Ghini, Marco Lodola, Alviero Martini, Maria Molteni, Moschino, Irina Schwartz e Roberto Semprini. Grazie alla generosità di Slide, ai personaggi coinvolti e all'impegno di Nitepeople, il Kokò SmART sarà occasione di incontro tra arte, design e beneficenza.
Infine giovedì 17 (ore 18), Nitepeople presenterà una mostra fotografica dal titolo 'Nitewalkers', frutto e fulcro del proprio lavoro: due anni di scatti, pubblicati o inediti, testimonianza del mondo che si svela dal tramonto all'alba. Le immagini, che saranno esposte allo spazio Forma, saranno vendute e il ricavato sarà devoluto ad Anlaids, sezione Lombardia.

Commenti

Grazie per il tuo commento