Tre giorni di corsa: in città arrivano i bersaglieri

Dopo l’«alluvione» degli alpini a Bergamo, la scorsa settimana, ecco la «marea» dei bersaglieri a Milano. I fanti piumati (ne sono attesi 100mila), si ritroveranno infatti da domani a domenica sotto la Madonnina per il loro 58° raduno nazionale, dopo un’assenza dalla città durata 33 anni. «Una scelta non casuale - ha dichiarato Benito Pochesci, presidente dell’Associazione nazionale bersaglieri, durante la presentazione di ieri a Palazzo Cusani - perché il capoluogo lombardo è legato a filo doppio con il corpo e la sua storia, a cominciare dal glorioso Terzo Reggimento». La manifestazione culminerà nella sfilata di domenica mattina, in rappresentanza delle 650 sezioni in Italia e all’estero (Australia e Canada compresi), con partenza alle 10 dai Bastioni di Porta Venezia e arrivo in piazza Duomo, ovviamente di corsa, alla presenza, tra gli altri, del ministro della Difesa, Ignazio La Russa, e del capo di Stato maggiore dell’esercito, Giuseppe Salotto. Particolarmente ricco il calendario degli eventi di contorno, a cominciare dalla presenza in città (e in ben 36 comuni dell’hinterland) di 70 fanfare in congedo, provenienti da tutta Italia. Proprio domani sera, al Teatro Dal Verme (ore 20.30, ingresso libero), ci sarà un concerto con quattro fanfare in contemporanea. Raccomandazione ai milanesi: esponete il tricolore!

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti