Tronchetti: «Futuro? Mourinho forever»

IL TIFOSO «Josè crea tensioni forti. A Balotelli manca equilibrio». F1: «Piace in Ferrari il nostro ritorno»

ASSATANATO Daniele Tombolini (90° Champions, martedì Raidue): «Van Bommel va a cercare la coscia».

L’ITALIANO? DA PARTE Aurelio Capaldi (sintesi di Lione-Bayern): «Michel Bastos, clamorosa opportunità fallita da parte del Lione»; «C’è il tocco di Gonalons: lo rivediamo in replay sul tentativo effettuato da parte di Robben»; «È provvidenziale il ripiegamento in fase difensiva da parte di Michel Bastos»; «Evidente questa volta la deviazione da parte di Cris»; «C’è il controllo operato adesso da parte di Olic»; «Il collo del piede destro tentato da parte di Gomis»; «Il rilancio adesso da parte di Butt»; «Ottimo l’intervento difensivo da parte di Van Bommel»; «La conclusione al volo da parte del centrocampista del Bayern Monaco»; «Il pallone che viene bloccato questa volta senza difficoltà da parte di Lloris»; «Rivediamo il fallo commesso da parte di Cris ai danni di Olic»; «Ottima la diagonale difensiva da parte di Bastos»; «Il disimpegno da parte del portiere del Lione»; «Intervento difensivo da parte di Gonalons»; «E il recupero effettuato da parte di Makoun»; «Terzo gol da parte di Olic».

LA PALISSE ERA UN DILETTANTE Luca Marchegiani (32' Barcellona-Inter, mercoledì Sky Sport, dopo l'espulsione di Thiago Motta): «È importantissmo anche l'apporto del portiere dell'Inter adesso che questa partita, che sarà difensiva, sarà di sofferenza».

TOTÒ CERCA CASA Fabio Caressa (94'): «Chiamate un agente immobiliare e prendete casa a Madrid!».

GIOCHI DI PRESTIGIO Gianni Cerqueti (prologo di Barcellona-Inter, mercoledì Raiuno): «A voi tutti buonasera. Con due gol di vantaggio in casa dei campioni del mondo per trasformare la realtà in sogno: tornare 38 anni dopo nella finale del torneo più prestigioso del continente. (9'): «Ci si gioca un posto in finale del torneo più prestigioso». (inizio del secondo tempo): «Questo pareggio significherebbe dopo 38 anni per l'Inter la finale nel torneo continentale più prestigioso». (78'): «Bisogna tornare al Milan di Sacchi 89-90 per vedere una squadra trionfare due volte di seguito nel torneo continentale più prestigioso». (commento finale): «Sarà la terza finale nel torneo più prestigioso del vecchio continente tra una squadra italiana e una squadra tedesca».

PARLO COME MANGIO Gianni Cerqueti (prologo): «È il momento apicale di una giornata senza precedenti a Barcellona». (11'): «Maicon cade sui cartelloni pubblicitari e paga dazio alla spalla destra». (48'): «Chivu ha trovato posto in squadra proprio alla luce dell'indisponibilità di Pandev». (90'): «Siamo nell'extratime». (commento finale): «Bisognava avere un atteggiamento più fideistico al 28° del primo tempo quando è stato espulso Thiago Motta».

PADRI E FIGLI Salvatore Bagni (43'): «È figlia di non aver buttato fuori il pallone quell'intervento lì».

LA TATTICA DI GUARDIOLA Bruno Gentili (90° Champions, mercoledì Raiuno): Il Barcellona è una squadra che gioca come uno sciame d’api». Paola Ferrari: «Mi piace questo sciame d'api».

RISULTATO E AVVERSARIO? BOH! Paola Maria Anelli (Tg3 regionale delle 24, martedì Raitre): «È il Bayern di Monaco la prima finalista di Champions League: affronterà la vincente di Barcellona-Inter».

UFFICIO POSTALE Pierluigi Pardo (46’ Atalanta-Bologna, domenica Sky Sport): «Qui stanno protestando tutti, all’indirizzo dell’arbitro quelli dell’Atalanta, all’indirizzo del guardalinee quelli del Bologna».

Commenti