Tutto cominciò con una spallata

Tutto cominciò con una spallata

da Sachsenring

Otto vittorie su 10 gare: Valentino Rossi sta battendo tutti i primati e uccidendo il campionato, già finito anche se in calendario ci sono ancora 7 GP. Ma la grandezza di Valentino è anche quella di riuscire a rendere spettacolare ogni appuntamento e gli 8 successi sono arrivati in modi molto differenti tra di loro.
Al Sachsenring, Valentino è stato anche un po' fortunato, perché il macroscopico errore commesso da Gibernau all'inizio dell'ultimo giro gli ha spalancato le porte verso un successo relativamente facile. Ma visti i precedenti, la sensazione, anzi qualcosa di più, è che Rossi ce l'avrebbe fatta indipendentemente dal «regalo» dello spagnolo. Basta ricordare le 7 vittorie precedenti per rafforzare questa tesi.
GP SPAGNA - Con una Yamaha inferiore in maniera evidente alla Honda, Rossi riesce comunque a tenere testa a Gibernau, infilandolo a 3 giri dalla fine. Nel passaggio conclusivo, però, Valentino commette un errore e Sete si riporta al comando. Sembra finita per il campione del mondo, che invece si inventa un sorpasso, con tanto di spallata, all'ultima curva. Un episodio che, di fatto, segna pesantemente il prosieguo del mondiale, perché annichilisce psicologicamente lo spagnolo. L'errore di ieri di Gibernau è con grande probabilità conseguenza di quella spallata: Sete ha avuto paura di trovarsi nella medesima situazione e di essere sconfitto nuovamente.
GP CINA - In grande difficoltà sull'asciutto in prova, Rossi domina in gara sul bagnato. Solo Roberts gli tiene testa per 5 giri, ma poi rompe il motore e Valentino può trionfare in solitario.
GP FRANCIA - È ancora Rossi contro Gibernau. Valentino va in testa a 7 giri dalla fine e non lascia al rivale nessuna possibilità di replica.
GP ITALIA - Questa volta, Valentino ritrova il suo rivale storico, Max Biaggi. I due si scambiano la prima posizione parecchie volte, ma a 3 giri dalla fine, Rossi prende un secondo di margine che mantiene fino al traguardo.
GP CATALUNYA - Sulla pista di casa, Gibernau spinge come un forsennato, ma Rossi lo infila a 3 giri dalla fine con un sorpasso capolavoro.
GP OLANDA - Per la prima volta, il campione del mondo si trova a lottare per la vittoria con Marco Melandri. Rossi va al comando al 10° giro, ma per battere Marco deve realizzare il primato della pista all'ultimo passaggio.
GP GRAN BRETAGNA - Un'altra vittoria sotto l'acqua. Rossi sembra in difficoltà, ma in soli 3 giri rifila agli avversari quasi 9” e trionfa indisturbato.