Villa Durazzo apre ai cani «Cessa una discriminazione»

Il parco secolare di Villa Durazzo apre agli amici a quattro zampe. Due cartelli posti all'altezza degli ingressi mettono fine a uno storico divieto e sanciscono il via libera a «Fido». Poche e semplici le condizioni: I cani dovranno infatti essere tenuti al guinzaglio e indossare, se previsto, la museruola. Soprattutto, i padroni dovranno essere tassativamente provvisti del sacchetto per la raccolta delle deiezioni. A breve, tuttavia, anche chi lo dimentica non dovrà comunque rinunciare alla passeggiata: potrà infatti rifornirsi da appositi distributori che saranno posizionati all'interno del parco.
La novità porta la firma dell'amministratore unico di Villa Durazzo, Lorenzo Sorvino. «Cessa una “discriminazione” che riguardando i possessori di cani colpiva un cittadino su tre - dichiara Sorvino - L'abolizione del divieto rappresenta un forte incentivo alla frequentazione del parco da parte di un target di persone particolarmente attratte da quella che è la principale area verde cittadina. Faccio appello alla loro correttezza e al loro senso del decoro, Villa Durazzo è un bene prezioso».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti