Il violino di Rui Costa irretisce il Chelsea

Succede tutto nella ripresa: annullato un gol a Vieri, poi la magìa del portoghese

Jacopo Casoni

Grande grinta, qualche fallo di troppo, proteste e due squadre che hanno giocato per vincere. Siamo ancora in piena fase di preparazione, ma tra Milan e Chelsea si è fatto sul serio. La gara del Giant Stadium di New York finisce 1-1 in virtù dei gol di Drogba e di Manuel Rui Costa per i rossoneri.
Primo tempo molto equilibrato, con mezz'ora giocata su ottimi ritmi. Si comincia subito con un'occasione per Gilardino che, al 2', si trova a tu per tu con Cudicini, ma non riesce a concludere rapidamente e subisce il recupero di Asier del Horno. All'11' ancora Milan pericoloso. Gattuso apre sulla destra per Cafu (come al solito uno dei migliori insieme ad Ambrosini e Pirlo) che controlla bene, rientra e tira di sinistro, fuori di poco. Il Chelsea reagisce, ma non riesce a portare al tiro nè l'unica punta Crespo, nè gli esterni Duff e Cole, comunque sempre nel vivo del gioco. Al 32' Seedorf, fino a quel momento latitante, pesca Vieri all'interno dell'area dei Blues, ma l'ex interista non è pronto ad approfittare dell'occasione e, dopo qualche rimpallo, la sfera finisce sui piedi di Cafu che centra Cudicini da pochi passi.
Dopo un avvio di ripresa al piccolo trotto, la squadra di Mourinho passa in vantaggio. Autore del gol è Didier Drogba che al 19' scappa a Gattuso sulla fascia sinistra, converge al centro e, saltato Costacurta grazie a un rimpallo, trafigge Fiori. La rete del Chelsea sveglia i giocatori rossoneri e, al 25', Pirlo colpisce la traversa su calcio di punizione dai venti metri e Vieri ribadisce in gol, ma l'arbitro annulla per fuorigioco dello stesso attaccante. Il pareggio del Milan arriva al 35' grazie a una splendida azione personale di Rui Costa. Su calcio d'angolo la palla raggiunge il portoghese defilato a sinistra, dribbling a rientrare e tiro a giro sul palo lontano che bacia il montante e finisce alle spalle di Cech.
Un pareggio giusto, che ha evidenziato i progressi degli uomini di Ancelotti sotto il profilo della condizione atletica e confermato la buona intesa esistente tra i due nuovi acquisti Vieri e Gilardino. In attesa del rientro di Scheva e, soprattutto, di fare davvero sul serio.