Virus dei polli, pronti a «scaricare» le doppiette

Il ministro della Salute, Francesco Storace, non è favorevole, ma le probabilità che la stagione venatoria possa subire una sospensione causa influenza aviaria sono buone. Perlomeno questa era la sensazione che si raccoglieva ieri negli uffici del Pirellone, allertato da giorni riguardo al problema del virus dei polli. L’assessore all’agricoltura (nonchè vicepresidente), Viviana Beccalossi, per ora preferisce non sbilanciarsi su quali potrebbero essere le decisioni della Regione «perché - dice - resto in attesa di quanto deciderà in merito la Ue», ma nei suoi uffici lo stop alla caccia viene dato come possibile. E questo nonostante, proprio ieri, il ministro Storace (a Londra per il vertice coi ministri europei alla sanità) abbia dichiarato che «nessuno ha sollevato il problema caccia. Ciò non significa che il problema non si porrà, ma testimonia che l’Europa si muove unitariamente».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.