Cinture in auto per la birra ma non per i figli: condannato

Colpevole della grave negligenza un uomo di Broome, nel distretto di Kimberley dell'Australia Occidentale, il quale ha preferito assicurare all'auto la cassa di birra anziché i figli

La polizia australiana del distretto di Kimberley ha fermato un uomo che circolava in auto con due casse di birra, saldamente assicurate al sedile anteriore del passeggero con la cintura. A far scattare l'arresto, tuttavia, è stata la negligenza dell'uomo, il quale aveva lasciato i due figli sui sedili posteriori privi di alcuna protezione.

Per denunciare il fatto, gli agenti di Broome, nell'Australia Occidentale, hanno condiviso sul profilo Facebook ufficiale del distretto di polizia di Kimberley una foto delle due casse dotate di cintura di sicurezza. L'uomo, di cui non si conoscono nome ed età, è attualmente in stato d'accusa per diversi reati.

Priorities?On Wednesday 6 April, Broome Police conducted a traffic patrol of the Great Northern Hwy Broome and...

Pubblicato da Kimberley District - WA Police su Giovedì 7 aprile 2016

In questo specifico caso, il guidatore, la cui patente è stata sospesa, viaggiava in macchina con i figli sprovvisti di cinture di sicurezza, mentre due casse di birra erano saldamente assicurate sul sedile anteriore”, hanno scritto le forze dell'ordine nella didascalia che accompagna lo scatto. E come se non bastasse, ad aggravare la posizione dell'uomo nella vicenda è l'età di uno dei due figli, nato solo da qualche mese.

Secondo il capo del distretto, Allan Adam, questo episodio “dimostra quali siano le priorità di alcuni individui” sulla strada. “Stiamo facendo del nostro meglio per far si che le più basilari regole vengano rispettate, ma siamo anche pronti ad intervenire sull'educazione civica di automobilisti e non, che è ovviamente una necessità nelle piccole e remote comunità”, ha concluso.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.