Le confessioni private della Barbie umana

Valeria Lukyanova, detta la Barbie umana, ha ammesso di aver usato Photoshop per ritoccare alcune sue immagini su social network

Le confessioni private della Barbie umana

È probabilmente una delle donne più criticate da ogni parte del mondo, ma lei non se ne cura, dicendo che chi la attacca è probabilmente solo geloso. Si tratta di Valeria Lukyanova, conosciuta anche come la Barbie umana, per via del suo aspetto e del suo look che ricordano tantissimo la celeberrima bambola.

Lukyanova in questi giorni si trova a essere attaccata anche dai suoi stessi fan, per via di alcune foto pubblicate sulla sua fanpage di Facebook, fotografie che le hanno causato anche un'ammissione molto privata: la modella ha usato Photoshop. Le immagini oggetto della diatriba la ritraggono in short di jeans e tacchi altissimi, di fronte a un incantevole paesaggio naturale. La rassicurazione ai fan tuttavia è arrivata con solerzia da parte della modella, attraverso un'intervista a Cosmopolitan parzialmente riportata dall'Huffington Post. «Le foto sono state ritoccate con Photoshop - ha spiegato la modella - per correggere il colore e le parti fuori fuoco. Le immagini sono state scattate in un giardino botanico con uno smartphone e quindi non erano di alta qualità. Ho dovuto editarle per correggere i difetti tipici delle foto con lo smartphone».

La modella non ha quindi ritoccato il proprio aspetto tanto simile a quello di una Barbie, tuttavia non è la prima volta che finisce al centro di polemiche. Nel 2014 venne messa sotto accusa per via di un presunto disturbo alimentare e si è messa in cattiva luce per delle dichiarazioni contro il femminismo, i bambini e quella che lei chiama la «mescolanza tra razze». E una volta nel 2012 Justin Jedlica, detto anche il Ken umano, l'ha paragonata a una drag queen.

Commenti