Tra yoga, birra e beauty farm anche a Fido è venuto lo stress

Concorsi di bellezza, esercizi di yoga, tolette extra-lusso per lustrare il pelo, bar e locali esclusivi per amici a quattro zampe. Ma anche stuzzichini alimentari e addirittura una birra ad hoc al malto e manzo. In preda alle follie di padroni che lo condannano alle mode del momento, il cane del 2010 può non reggere questo ritmo frenetico. E allora, ecco che lo stress da padrone è in agguato.
La giornata tipo del Fido tartassato, comincia con un tour di bellezza: il padrone non può accompagnarlo perché lavora, e allora arriva il taxi-dog, il servizio che scorrazza i quattro zampe da una parte all’altra della città e che spopola su internet. I beauty center canini poi, non hanno nulla da invidiare a quelli umani: lavaggio con shampoo specifico, impacco all’olio di visone, tagli personalizzabili, due fasi di asciugatura e spazzolatura con spazzole specifiche. Poi c’è lo yoga. Da qualche anno imperversa una tendenza che arriva dagli States, il «doga» (dog+yoga). Un’ora secca di esercizi, e poi via, in giro per negozi. Anzi, a fare spese nelle migliori boutique. Il primato in fatto di fashion dog, ce l’hanno sempre loro, gli americani. A New York, in Mercer Street c’è For Pets Only, dove è facile incontrare Orlando Bloom, con Maude, il suo piccolo randagio adottato. Lo showroom è curato nei minimi dettagli e il suo locale gemello in Italia, è nel centro di Milano. Per proprietari e cani di tendenza, a Sanremo, addirittura, c’è Arte Pittura e Bau-tique. Non solo shopping, ma anche arte. Qui infatti, oltre a poter acquistare i classici stravaganti accessori è possibile ordinare un ritratto per il proprio cane o gatto. Per tirarsi su c’è sempre la Kwispelbier «la birra che scodinzola», prodotta in Olanda tre anni fa, la prima studiata appositamente per i cani, a base di malto ed estratto di manzo. Anche il padrone può berla tranquillamente. Se ha abbastanza fegato...

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti