A8, tondini di ferro contro bus: lanciati da un campo nomadi. Ferito l'autista

Proprio in quel tratto della A8 venerdì sera era avvenuto un episodio analogo. Il vicesindaco di Milano, De Corato: "Occorre intervenire nel più breve tempo possibile, non si può tollerare che i soggetti che vivono in questo insediamento mettano a repentaglio la sicurezza degli automobilisti"

A8, tondini di ferro contro bus: lanciati da un campo nomadi. 
Ferito l'autista

Milano - E' il secondo episodio in meno di 24 ore. Un atto di vandalismo su cui grava l'ombra del triste periodo del lancio di sassi dai cavalcavia sulle autostrade. Da venerdì qualcuno si diverte a tirare oggetti dal ciglio della A/8: il primo espisodio non aveva avuto conseguenze, se si esclude la momentanea chiusura al traffico, nel secondo è stato colpito un pullman e l'autista è rimasto ferito. I responsabili del gesto ancora non sono stati identificati, anche se i sospetti si sono diretti subito verso alcuni ragazzi che vivono in un campo nomadi in via Monte Bisbino, a poca distanza dall'autostrada. Dopo l'episodio di questo pomeriggio il campo, che è regolare, anche se alcune costruzioni all'interno sono abusive, è stato controllato e ispezionato. Non sembra sia stato trovato nulla.

I vandali sono entrati in azione poco prima delle 18. Hanno cominciato a tirare tondini di ferro, nei pressi dell'innesto tra la A/8 Milano-Varese e la A/4 Milano-Venezia. Alcuni oggetti hanno colpito un pullman, pare tondini di ferro ma si parla anche di pietre: il mezzo ha sbandato, l'autista si è fatto male alle gambe, ma è riuscito a tenerlo in strada e poi a fermarlo, senza altre conseguenze. Sono scattati immediati i soccorsi, mentre l'autostrada veniva chiusa per consentire il recupero dei tanti oggetti scagliati sulla carreggiata. Il traffico è rimasto bloccato per un paio di ore.

Per il vicesindaco e assessore alla sicurezza del Comune di Milano, Riccardo De Corato, che si basa sui rapporti della polizia urbana, non ci sono dubbi: i responsabili provengono dal campo nomadi di via Monte Bisbino, un insediamento che si trova al confine tra Milano e Baranzate con Bollate. Abitato prevalentemente da rom provenienti dall'ex Jugoslavia, il campo era sorto abusivamente 20 anni fa, ma poi i terreni erano stati acquistati dai nomadi. Molte delle costruzioni realizzate all'interno sarebbero però abusive. "Non si può tollerare che i soggetti che vivono in questo insediamento abusivo, lanciando pietre, mettano a repentaglio la sicurezza dei tanti automobilisti che quotidianamente percorrono l'autostrada - ha detto stasera il vicesindaco - creando poi disagi alla circolazione a causa della chiusura temporanea dei tratti interessati: è necessario pertanto disattivare nel più breve tempo possibile questa situazione".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti