Ali Agca presto libero. E pensa a fare film e scrivere libri

Mehmet Ali Agca, l'uomo che tentò di uccidere papa Giovanni Paolo II nel 1981, uscirà dal carcere il prossimo 18 gennaio, e in una lettera al Sunday Times ha confermato che «c'è grande interesse, dal Giappone al Canada» per la sua storia

Mehmet Ali Agca, l'uomo che tentò di uccidere papa Giovanni Paolo II nel 1981, uscirà dal carcere il prossimo 18 gennaio, e in una lettera al Sunday Times ha confermato che «c'è grande interesse, dal Giappone al Canada» per la sua storia, e che egli intende firmare contratti milionari per fare della sua vicenda libri e film. La scarcerazione è stata confermata dal suo avvocato Haci Ali Ozhan. Agca, che ieri ha compiuto 52 anni, uscirà dalla cella il 18, dopo esserci entrato nel 2000 dopo che l'Italia lo rimandò in patria dove ha scontato quel che restava della pena per aver assassinato il giornalista Abdi Ipekci, delitto compiuto due anni prima del suo attentato al Papa. Secondo il Sunday Times Agca è pronto a dare un'intervista televisiva per 2 milioni di dollari, e vendere i diritti per due libri (inclusa la sua biografia) per complessivi 5 milioni di dollari. Ha anche scritto a Dan Brown, l'autore del Codice da Vinci, per proporre un libro, Il codice Vaticano, che dovrebbe essere seguito da un film. Nella lettera, nella quale si dichiara «perfettamente sano dal punto di vista fisico e psicologico», spiega: «Il mio piano è proclamare la fine del mondo e scrivere il Vangelo Perfetto... proclamerò la Cristianità perfetta che il Vaticano non ha mai capito». Non dice però se intende parlare dell'attentato a Giovanni Paolo II: diversi editori europei hanno detto che sarebbero interessati solo a conoscere la sua verità su un atto su cui non è mai stata fatta luce.

Commenti