Da Angelillo a Maradona: i campioni battuti dal sesso

Eto’o (a destra nella foto con la moglie) è in buona compagnia. Si ripetono con la cadenza di un metronomo gli «scandali» che riguardano i calciatori. Da tempi che furono. Il mitico Angelillo attaccante dell’Inter di Helenio Herrera venne ceduto alla Roma perché, a quanto si diceva, passava le notti con la cantante Ilya Lopez. Maradona ha lasciato in eredità all’Italia un figlio avuto fuori dal matrimonio, il romanista Falcao idem, con un bimbo che fu riconosciuto solo in tribunale. Tornano alla mente poi le notti brave di Ronaldo, ricattato da una banda di trans che l’accusavano di non aver pagato il «servizio». Recentissimo il caso del capitano della nazionale inglese, finito nella bufera per le sue scappatelle: sarebbe stato amante della fidanzata del collega della nazionale inglese Wayne Bridge. «Devono tremare calciatori di serie A, B e C - ha annunciato di recente la pornodiva trevigiana Lea Di Leo -. I calciatori sono i migliori — afferma convinta la sexy star — forse perché si allenano molto anche a letto». E così a un famoso campione del Parma dà 10, «per l’ottima prestazione», a un giocatore del Milan fresco di nozze concede un 7 («se l’è cavata»), mentre a un bellone del Livorno rifila un impietoso 4: «Non è capace di fare niente».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti