Apple, ecco la rivoluzione iPad Jobs: "Magico e meraviglioso"

Presentato il nuovo minicomputer multimediale. Il
numero uno di Apple: "Ci sono in circolazione pc portatili a poco prezzo, abbiamo qualcosa di meglio di un laptop e di uno smart phone"

San Francisco - Dopo la ridda di ipotesi degli ultimi mesi, ora è ufficiale: si chiama iPad il tablet pc lanciato da Apple in un’attesissima conferenza stampa. A dare l’annuncio, come già nell’evento del 9 settembre scorso (che segnò il suo rientro ufficiale sulla scena), sul palcoscenico dello Yerba Buena Center for the Arts Theater di San Francisco si è presentato l’amministratore delegato Steve Jobs che ha ricordato come l’ultimo trimestre si sia chiuso per Apple con un fatturato da 15,6 miliardi di dollari. Grazie al successo dell’iPhone - ha spiegato - "Apple è ora il più grande produttore di cellulari al mondo come fatturato". Quindi Jobs ha ricordato l’esperienza della casa di Cupertino nel campo dei portatili. "Tutti noi usiamo cellulari e computer portatili - si è chiesto - la domanda è: c’è spazio per qualcosa nel mezzo (fra botebook e cellulari) per fare meglio cose come web browsing, email, etc ?". E a quel punto ha estratto l’iPad.

"Magico e rivoluzionario" Vestito con il suo tradizionale jeans e girocollo nero, Jobs è apparso dimagrito ma in buona salute ed entusiasta del nuovo prodotto, che assomiglia ad una grande iPhone. Il Ceo della Apple lo ha definito "un prodotto davvero magico e veramente rivoluzionario". Seduto su una poltrona in pelle bianca, Jobs ha fatto vedere al pubblico del Yerba Buena Center alcune delle potenzialità dell’iPad, che ha definito molto più intimo di un laptop, essendo a metà strada tra uno smartphone e un portatile. Nella sua presentazione Jobs ha evidenziato la completezza della dotazione del tablet e la facilità di uso della tastiera virtuale definendo la navigazione sull’iPad "la migliore web experience che abbiate mai avuto". Il numero uno della Apple si è collegato con il sito del New York Times, in particolare col blog Bits, che trasmette l’evento in diretta. Poi è passato a Time Magazine. Jobs ha annunciato la vendita di 250 milioni di iPod.

La "tavoletta" Apple ha un touchscreen da 9,7 pollici, è spessa meno di 1,3 centimetri e pesa 680 grammi, ha una tastiera virtuale ed è ideale per leggere libri, giornali, riciste e vedere video e fotogallery correlati alle notizia, utilizzare videogiochi. L’iPad può essere dotato di memoria da 16 a 64 giga e ha un'autonomia di 10 ore in funzionamento e di un mese in stand-by. Nell'iPad - sul quale possono girare anche tutte le applicazioni dell'iPhone - è incorporato iTunes Store: la "tavoletta" - che è dotata di WiFi 802.11n, bluetooth 2.1 - è simile per dimensioni al Kindle DX (che ha uno schermo da 9,7 pollici, una tastiera "fisica" e costa meno di 500 dollari). Jobs, ha annunciato la nascita del nuovo iBook Store, la libreria della Apple sulla falsariga dell'iTunes Store per la musica, con titoli a 9,99 dollari ma anche gratuiti. Jobs ha svelato inoltre la prima App dedicata all’iPad: quella del New York Times.

Le memorie di Ted Kennedy Il primo libro mostrato nella dimostrazione dell’iPad "True Compass", il libro di memorie di Ted Kennedy, in vendita su iBooks Store a 14 dollari 99. Il prezzo di listino dello stesso volume in libreria è di 35 dollari, che scendono a 19.25 su Amazon e a 9.99 nell’edizione su Kindle. Le case editrici che hanno aderito alla joint-venture dell’iPad sono Penguins, Harpers Collins di Rupert Murdoch, Simon and Shuster, MacMillan e Book Group, la filiale americana di Hachette.  

Trattative su prezzo Ibook Trattative serrate tra Apple e le case editrici sul sistema di prezzi che verrà adottato per i libri in formato elettronico, gli e-book, da visualizzare sull’atteso nuovo computer portatile touch-screen, il tablet della casa californiana. Lo riporta il Wall Street Journal. Apple starebbe trattando anche con diverse reti televisive, puntando a ampliare l’offerta di contenuti, ma queste ultime sarebbero più scettiche sull’operazione. E intanto Amazon prepara le sue contromosse, nei mesi scorsi il gigante delle vendite di libri via internet ha a sua volta lanciato un apparecchio per gli e-book, il Kindle, e punta su una diversa strategia di prezzi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.