Quindi, oggi...

Patatrac Soumahoro, i migranti si possono "deportare" e Messi: quindi, oggi...

Quindi, oggi...: l'accordo Ue sul tetto al prezzo del gas, la minaccia del Qatar sul Gnl e Fabio Capello

Patatrac Soumahoro, i migranti si possono "deportare" e Messi: quindi, oggi...

- State a sentire cosa fanno in Gran Bretagna: secondo un tribunale britannico, "è legale" il piano con cui il governo vorrebbe “deportare” richiedenti asilo e migranti in Ruanda pagando il dovuto. Cosa diranno buonisti e soci vari?

- Sapete perché Emmanuel Macron è andato a Doha sul palco della premiazione mondiale nonostante tutte le polemiche sul Qatar? Perché la geopolitica non si muove mai, dico mai, con i principi. O meglio, vengono piegati sempre secondo le esigenze. L’Occidente è al tempo stesso alleato di alcune autocrazie, pure cattivelle, e nemica di altre autocrazie di cui denuncia l’operato. Accusiamo la Cina di illiberalità, ma ci facciamo affari. Lo stesso dicasi per Qatar e Arabia Saudita. Però poi giustamente trattiamo da appestata la Russia. Macron questo lo sa, e fa buon viso a cattivo gioco.

- Anche perché vorrei farvi notare che il Qatar fornisce all’Italia il 13-14% del fabbisogno di gas. Il prossimo inverno potrebbe essere anche più alto, visto che ha grosse disponibilità di Gas Naturale Liquido. Insomma: critichiamoli, però ricordiamoci che tutto ha un prezzo. Anche i principi. È brutto da dire, ma è così.

- Sia lodato Fabio Capello. Dice don Fabio: “Spero di vedere l’Italia cambiare registro dopo ciò che abbiamo visto (al mondiale). La morte del tiki-taka. La fine del gioco a scaricare la palla di lato senza assumersi rischi. In finale anche un grande arbitraggio, per gente che mette il piede. In Italia viviamo con il cartellino in mano. Che calcio è? Ogni minuto fermi, abbiamo perso la continuità e la tecnica in velocità. In questo Mondiale ho visto la gente scattare in continuazione. Scattare, non solo correre”. Se gli allenatori, i giocatori e le dirigenze non capiranno presto che il calcio deve essere spettacolo, e per avere spettacolo devi assumerti dei rischi, la Serie A finirà con l’annoiare pure un capo ultras. Basta passaggi di lato. Basta retropassaggi. Basta partite in cui una squadra (tipo la Lazio) fa solo 3 tiri in porta in 90 minuti. È una noia mortale.

- Fabrizio Pregliasco si candida con Majorino, candidato del Pd alla Regione Lombardia. Ora, fa bene se vuole impegnarsi. Però vorrei far notare una cosa: alla fine della fiera, abbiamo avuto la pandemia in cui ci siamo affidati ai virologi tutti più o meno di centro sinistra (forse eccetto Bassetti). Ilaria Capua fu eletta con Scelta Civica di Mario Monti. Andrea Crisanti ha scelto il Pd. Pregliasco sta con Majorino, Lopalco con Michele Emiliano e Antonella Viola non sto manco a dirvelo. Alcuni direbbero: poi ci credo che erano d’accordo con Speranza, no?

- Se volete possiamo fare la morale a Messi sul fatto che abbia accettato di farsi coprire con l’abito tradizionale del Qatar (posto che non ci vedo nulla ci così scandaloso. Ma la Stampa arriva considerarla la “differenza” tra lui e Maradona: “Diego non avrebbe mai alzato la coppa in vestaglia”. Certo, però si drogava, beveva come una spugna e ha vinto un mondiale grazie ad un gol rubato di mano. Forse tra le due cose, meglio la vestaglia

- Peraltro mi fanno notare che online circolano un sacco di video e foto di Diego Armando Maradona vestito di tutto punto da sceicco a Dubai. Ecco, magari informarsi meglio prego.

- Scrive giustamente un lettore: “Ma è il loro mondiale, sono gli ospitanti, ma potranno fare come gli pare? A Messi mica gli hanno chiesto di inginocchiarsi in direzione della Mecca”. Più chiaro di così, si muore.

- L'Ue trova l'accordo sul price cap a 180 euro a megawattora. Bene. Però faccio solo notare una cosa: è vero che 180 euro è molto sotto a quanto abbiamo pagato questa estate, quando i prezzi erano impazziti; però prima di questa maladetta crisi ci costava un'inezia, ovvero 20 euro. Il che significa una cosa: l'Ue sta "certificando" che l'inflazione energetica andrà avanti anche per il prossimo inverno. Quindi, se volete, esultate. Ma non stapperei champagne.

- Pare che i Verdi e Sinistra Italiana vogliano espellere dal gruppo Aboubakar Soumahoro dopo tutti i casini che hanno coinvolto la moglie, la suocera e di striscio pure lui. Per il deputato con gli stivali sarebbe una batosta, ed è chiaro. Ma il vero patatrac, vada come vada, è per i verde-rossi, che si sono affidati a un totem che in meno di due mesi è venuto giù come una valanga. Il tutto per provare a strappare un po’ di voti dei più fervidi immigrazionisti. Siamo sicuri ne sia valsa la pensa?

- Le scritte contro Meloni non mi sorprendono più. Ma vi suggerirei di fare un conto, tramite articoli di cronaca: sono più le volte che i “buoni” di sinistra insultano la destra, o quelle in cui i “fasci” coprono di improperi i sinistri?

- Tutti a commentare il gesto di Emiliano Martinez col guantone del premio di miglior portiere. Ma la cosa migliore del mondo è senza dubbio la faccia dell’emiro che lo guarda sconcertato. Questo sì che vale un Mondiale

- Voi direte: non conta nulla. Ma vedere Francesco Totti al funerale di Sinisa Mihajlovic, il capitano della Roma all’addio al combattente della Lazio, è sotto tutti i punti di vista un bel segnale. Per stavolta: bravo, Francé.

Commenti