Automotive

Nuova Hyundai Kona EV: prova e autonomia reale del crossover elettrico

Cresce la tecnologia e migliora l'efficienza del celebre crossover elettrico coreano. Aumenta lo spazio a bordo e crescono anche i chilometri a disposizione per marciare in modalità 100% elettrica, fino a 517.

Nuova Hyundai Kona EV: prova e autonomia reale del crossover elettrico

Ascolta ora: "Nuova Hyundai Kona EV: prova e autonomia reale del crossover elettrico"

Nuova Hyundai Kona EV: prova e autonomia reale del crossover elettrico

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

Hyundai Kona, il celebre crossover nativo elettrificato, si aggiorna e cresce nelle dimensioni, rispetto al primo modello presentato nel 2017. Il design è davvero futuristico e non manca la versione 100% elettrica, oggetto della nostra prova. Aumenta la tecnologia a bordo ma, soprattutto le dimensioni, infatti è ben 15 cm più lunga della sua antenata. Il design si allinea a quello delle più moderne Ioniq 5 e Ioniq 6, con tagli e forme minimal. Migliora anche dal punto di vista meccanico, presentando due tagli di batteria (da 48,4 o 64,8 kWh), nuovi motori più efficienti e un'autonomia massima che può spingersi fino a 510 km in ciclo WLTP. Prezzi a partire da 38.300 euro, esclusi incentivi.

foto copertina video kona ev

Design e dimensioni

Cresce di ben 15 cm (4,35 m) rispetto alla generazione precedente, ponendosi praticamente a cavallo tra il segmento B e il C, nel quale troviamo Tucson, che però misura 4,50 m. Linee più squadrate e voluminose della sua antenata. L’estetica segue la funzione, arrotondando le forme della carrozzeria per massimizzare la penetrazione aerodinamica (Cx 0,27), a beneficio dell’autonomia. Il frontale è dominato dalla striscia luminosa a led che l’attraversa da parte a parte, mentre nella zona sottostante di trovano i due proiettori a matrice di led, con indicatori di direzione integrati. Al centro, lo sportellino per la ricarica del pacco batteria. Lateralmente colpiscono i grandi cerchi bicolore da ben 19”, ma a richiesta si possono selezionare i cerchi da 17" per aumentare l’autonomia. Posteriormente riprende invece le forme del frontale, con una linea a led che percorre in orizzontale il profilo, mentre nella zona inferiore i gruppi ottici a led principali. In allestimento XClass Special Edition (da noi provato), è disponibile anche il tetto nero a contrasto, che riprende le modanature nere lucide presenti nella zona inferiore della carrozzeria.

Hyundai Kona Electric: guarda la gallery del nuovo crossover elettrico da città 13

Interni e tecnologia

L’abitacolo di Kona Electric rompe con il passato, proponendo un approccio tipicamente votato alla praticità. Rimangono comunque molte plastiche rigide, alternandosi a superfici più morbide, inserti in tessuto ed eco pelle. Molti infatti, i materiali derivati da elementi riciclati, sottolineando un particolare approccio alla sostenibilità. Sulla plancia troneggiano due display da 12,25” ciascuno, uno per la strumentazione digitale e uno per il sistema multimediale. Entrambi ottimi dal punto di vista della grafica e della semplicità di utilizzo, con molti tasti fisici su volante e cruscotto per controllare ogni funzione. Peccato non sia ancora disponibile la connettività wireless per Android Auto e Apple CarPlay, ma arriverà a breve con un aggiornamento automatico effettuabile da remoto. Non mancano i sedili regolabili elettricamente, riscaldabili e anche ventilati, molto comodi e dall’ottima ergonomia.

Hyundai Kona Electric: guarda la gallery del nuovo crossover elettrico da città 15

Tanti anche i vani porta oggetti, a partire dal tunnel centrale. Scendendo con lo sguardo, si trovano in ordine la basetta per la ricarica wireless del telefono, il tunnel centrale con due porta bevande a scomparsa e il pozzetto sotto al poggiabraccio, anche questo con una paratia rimovibile. Tante poi le prese USB, con la possibilità di selezionare la sola funzione di ricarica o anche la trasmissione di dati. È anche presente il rotore per la selezione delle modalità di guida. Ampie anche le tasche nelle portiere, oltre alla mensola presente di fronte al passeggero anteriore. Tanta anche l’attenzione per i passeggeri posteriori, con bocchette d’aria dedicate (ormai merce rara in questo segmento), due prese USB-C e una presa a 230 V da cui ricaricare laptop, smartphone o altri accessori elettronici tramite un classico caricatore domestico (attingendo alla batteria ad alta tensione). Il pavimento piatto, l’ampio margine per le gambe e l’ottima postura, confezionano un abitacolo posteriore davvero ben pensato. Conclude l’opera un bagagliaio abbastanza generoso, da ben 466 litri, fino ad un massimo di 1.300 litri. Non manca neanche il posto centrale abbattibile, l’ideale per ospitare degli oggetti particolarmente lunghi, come ad esempio gli sci.

Prova su strada

Hyundai Kona appare davvero piacevole da guidare. Il peso relativamente contenuto (1.773 kg) e l’ottima taratura delle sospensioni, le consentono di apparire agile e maneggevole sia in città ma anche fuori. Lo sterzo è corposo, abbastanza diretto e appagante da utilizzare, così come l’ottima frenata rigenerativa: tramite le palette dietro al volante, si può selezionare l’intensità su tre livelli, mentre al quarto è presente l’i-Pedal, che forza il rallentamento fino ad arrestarsi completamente. La versione con batteria da 64,8 kWh è equipaggiata con un motore elettrico anteriore da 218 CV e 255 Nm, abbastanza reattivo e pronto da assicurare uno scatto sullo 0-100 km/h di soli 8,1 s. È stato tarato per assicurare un’erogazione più gentile rispetto al passato, con una spinta meno immediata ma più progressiva.

Hyundai Kona Electric: guarda la gallery del nuovo crossover elettrico da città 7

Buono l’assetto, relativamente morbido (nonostante i cerchi da 19”) e capace di gestire bene anche il coricamento laterale, senza renderla però troppo ciondolante in curva. La pesante batteria collocata sul fondo aiuta ad abbassare il baricentro, a beneficio della guida. Buona l’insonorizzazione fino a circa 110 km/h, oltre i quali le grandi ruote e gli pneumatici invernali, fanno percepire il loro rotolamento. Hyundai ha anche predisposto un suono virtuale particolarmente coinvolgente e percepibile dall’interno, così da far comprendere meglio l’intensità dell’erogazione e la spinta generata dal motore elettrico. Unica nota dolente, l’elevata presenza di alert, segnali acustici e “bip” provenienti dai molteplici sensori (rilevamento limiti autostradali, mantenitore della corsia, allerta conducente, allerta angolo cieco): sono tanti gli ADAS disponibili su Kona, a beneficio della sicurezza. Tuttavia, in molte situazioni, rischiano di distrarre il coducente a causa dei molteplici segnali acustici emessi dal veicolo, soprattutto quando si guarda il sistema multimediale o quando cambiano i limiti sul tratto stradale.

Hyundai Kona Electric: guarda la gallery del nuovo crossover elettrico da città 4

Autonomia, ricarica e consumi

La nostra prova è stata condotta con una temperatura esterna di circa 13/14 gradi, capace di impattare solo marginalmente sull’autonomia e sui consumi. La versione con batteria da 64,8 kWh è data per un’autonomia in ciclo WLTP di 514 km con cerchi da 17” o 454 km con cerchi da 19”. Nella nostra prova, abbiano registrato un consumo medio di 13,7 kWh/100 km con guida attenta e modalità Eco, mentre con guida normale o un po’ distratta si sale a circa 17 kWh/100 km, con ciclo principalmente urbano. L’autonomia che siamo quindi riusciti a raggiungere concretamente sfiora i 400 km, sebbene quella teorica – dati i valori di consumo della strumentazione – ci prospetti una percorrenza di circa 430/450 km.

Hyundai Kona Electric: guarda la gallery del nuovo crossover elettrico da città 17

Parlando invece di ricarica, la piattaforma a 400V di Kona non è così sofisticata come quella ad 800 V delle sorelle maggiori Ioniq 5 e 6. La carica massima in corrente DC si ferma infatti a 100 kW, mentre quella in corrente AC arriva a 11 kW. Questo non le consente di essere un’auto particolarmente indicata per i lunghi viaggi, richiedendo circa 35 min per passare dal 20 all’80% di carica, oltre il quale la potenza cala parecchio. Si riconferma così un crossover elettrico principalmente a fuoco per la città, nella quale ovviamente raggiunge i picchi massimi di efficacia ed efficienza.

Prezzi e allestimenti

Dal 21 marzo 2024 sono stati rivisti i listini e i prezzi di nuova Kona Electric, semplificando ulteriormente la gamma. Sempre due i tagli di batteria disponibili, da 48,6 kWh o 64,8, con il primo disponibile a partire da 38.300 euro in allestimento Exclusive (che include un buon pacchetto adas, pre-condizionamento batteria, cerchi da 17", doppio display da 12,3", smart key e altro). La batteria maggiorata da 64,8 kWh parte da una base di 41.300 euro con lo stesso allestimento, mentre per la versione N Line più sportiva, si passa a 45.

500 euro, aggiungendo look sportivo, minigonne in tinta, cerchi dedicati da 19", sedili sportivi e sistema Vehicle-To-Load.

La versione da noi provata, con allestimento XClass Specal Edition non è più a listino, ma proponeva un prezzo di partenza di 49.900 euro, con un equipaggiamento completamente full-optional.

Commenti