La birra «brinda» al gemellaggio tra Genova e Monaco di Baviera

La birra «brinda» al gemellaggio tra Genova e Monaco di Baviera

Birra, tanta birra, a fiumi, bionda, rossa e scura, amaricante e spumeggiante. Ma non solo birra, da oggi a domenica, in piazza della Vittoria, dove andrà in scena la «Festa Bavarese, Oktoberfest a Genova-Monaco di Baviera. Due culture a confronto»: un appuntamento alla scoperta dei prodotti tipici bavaresi, in particolare le specialità alimentari, dalle carni ai formaggi, dai dolci ai vini. Ma la manifestazione sarà soprattutto un’occasione speciale per vivere le atmosfere dei mercatini di prodotti tipici, con stand di prodotti bavaresi tra cui panpepato e cioccolatini, liquori e amari, strudel di mele, verdure biologiche, senapi e miele, succhi di frutta e salumi . Infine, nelle quattro giornate si alterneranno spettacoli musicali, mostre fotografiche, spettacoli folkloristici, seminari enogastronomici, scambi culturali.
L’iniziativa è inserita nel progetto «Mercati d’Europa», con l’obiettivo di realizzare un evento di grande richiamo internazionale, una sorta di Expo a carattere ciclico, che possa rappresentare un’opportunità di confronto e di scambio con i Paesi del vecchio continente. Lo ha sottolineato ieri, nel corso dell’incontro di presentazione della Festa che si è svolto nella Sala Dorata della Camera di commercio, il vicepresidente dell’ente camerale Giacomo Rossignotti, a nome del presidente Paolo Odone (che a sua volta inaugurerà oggi alle 12 e 45 l’evento in piazza dove - come vuole la tradizione dell’Oktoberfest di Monaco da 176 anni - il Primo Fusto di birra verrà aperto dalle autorità).
«Mercati d’Europa», spiega fra l’altro Rossignotti, ha come filosofia di fondo quella della valorizzazione dell’offerta commerciale come fattore determinante per la promozione del territorio. Si tratta dunque di un’iniziativa di animazione urbana che, puntando a coinvolgere turisti e visitatori, si propone di «esprimere un’autonoma capacità attrattiva di valore quantomeno sovracittadino e sovraregionale. L’obiettivo è quello di creare un forte evento di promozione territoriale della città a carattere ciclico, valorizzando quell’elemento di comune sentire che vede il capoluogo ligure quale storico crocevia di commercio e di popoli». Con l’auspicio - come conferma Alessandro Marino, segretario generale della Camera di commercio italiana a Monaco di Baviera - di creare «reciprocità di carattere industriale, commerciale e turistico prendendo spunto da questa prima manifestazione a Genova e ampliando la proposta oltre l’enogastronomia di qualità».
Si associano con entusiasmo, in questo senso, Viktoria Lofner-Meir, ministro bavarese per l’Agricoltura, e Jorg Eberhart, vicepresidente di Air Dolomiti. Che promuove l’evento e ribadisce, all’unisono con Giuseppe Rosasco, Relazioni esterne Aeroporto di Genova, l’interesse del vettore aereo a incrementare i legami, e quindi i collegamenti, con il Cristoforo Colombo (attualmente, tre giornalieri che diventano quattro nel periodo estivo).
La prima edizione di «Mercati d’Europa», frutto di una sinergia tra Ascom Confcommercio, Centro integrato di via «Piazza della Vittoria», Fiva Confcommercio e Birreria HB-Hofbrauhaus di De Ferrari (da cinque anni appuntamento «obbligato» di intenditori e appassionati), ha beneficiato della collaborazione di diversi enti locali stranieri e italiani: Comune e Camera di commercio di Genova, Camera di commercio italiana a Monaco di Baviera, Camera di commercio italo–germanica di Milano, Stato di Baviera, Consolato generale della Repubblica federale di Germania a Milano, Consolato onorario di Genova, Scuola Germanica di Genova, Goethe Institut, Goethe Zentrum. Insieme per avviare un programma di eventi e scambi commerciali, turistici e culturali, sempre all’insegna della qualità.