Blatter: "Telecamere in porta". Rosetti a casa Villa "mata" Cristiano Ronaldo, ride la Spagna

Il presidente della Fifa riconosce gli errori arbitrali: "Scuse a Inghilterra e Messico". Poi l'apertura: "Sì alla tecnologia sulla linea di porta". Fuori il Giappone: decidono i rigori: 5-3. Derby iberico molto tattico: 0-0 il primo tempo. Poi Villa segna il vantaggio (in fuorigioco) e porta le Furie rosse ai quarti

Blatter: "Telecamere in porta". Rosetti a casa Villa "mata" Cristiano Ronaldo, ride la Spagna

Johannesburg - Per la prima volta ammette un errore. E' già questa è storia. Il presidente della Fifa Joseph Blatter ha chiesto scusa all’Inghilterra e al Messico per "gli evidenti errori" degli arbitri che le hanno danneggiate negli ottavi di finale del Mondiale sudafricano. Blatter ha detto che "serve un nuovo approccio" e che l’uso della tecnologia a supporto degli arbitri, in particolare "sulla linea di porta", sarà di nuovo all’attenzione della Federazione internazionale a luglio a Cardiff.

Gli errori Nel match degli ottavi di domenica scorsa tra Germania e Inghilterra un pallone calciato dall’inglese Frank Lampard ha sbattuto sotto la traversa e poi ben oltre la linea di porta, ma arbitro e guardalinee non se ne sono accorti. Nello stesso giorno, nell’altro ottavo tra Messico e Argentina, l’argentino Carlos Tevez ha segnato il primo gol della sua squadra in nettissima posizione di fuorigioco. Ieri il portavoce della Fifa aveva detto che non era previsto un cambiamento dalla linea seguita finora e che l’errore era stato di mandare sul maxischermo degli stadi il replay delle azioni incriminate.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti