Bmw, la «Vision» per celebrare le lodi sull’ecologia

Tra pochi giorni al Salone internazionale dell’auto di Francoforte sarà possibile ammirare la nuova Bmw X1, il più piccolo tra gli Sport activity vehicles (Sav) bavaresi che verrà commercializzato in Italia dal 24 ottobre. Dopo la Bmw X5 e la X3 arriva questo veicolo più compatto destinato ai percorsi urbani, ma eccellente anche su terreni più difficili. Perfino nel fuoristrada ha dimostrato un ottimo comportamento.
In Italia la versione base (2 litri Diesel) ha un prezzo che partirà da 33.600 euro con la trazione solo posteriore, 35.600 per la versione integrale. La X1 è prodotta a Lipsia dove già si costruiscono la Serie 1 e alcuni modelli della Serie 3. La capacità produttiva della nuova linea X1 è di 730 unità al giorno. Sono previsti turni di sabato per soddisfare la domanda elevata.
Anche a Francoforte, Bmw conferma la sua strategia che punta a innovazioni tecniche per ridurre i consumi di carburante e le emissioni e sviluppare il piacere di guida. La nuova concept car (Bmw Vision efficentDynamics), che si vedrà al Salone, è destinata a sorprendere. Questa «2+2», con tecnologia full-hybrid, combina le prestazioni di guida di un’automobile supersportiva come la M con consumi di carburante ed emissioni inferiori a quelli di un’attuale vettura compatta. I componenti ActiveHybrid, sono stati combinati con un motore a combustione interna estremamente efficiente e realizzando eccellenti valori di aerodinamica: con un’unità a tre cilindri turbodiesel e due motori elettrici, questo prototipo ha una potenza totale di 356 cavalli. Grazie all’utilizzo di due elettromotori, uno nell’asse anteriore e l’altro in quello posteriore, realizza una trazione integrale con prestazioni di guida da fantascienza: accelerazione da 0 a 100 in 4,8 secondi, velocità massima 250 orari (limitata elettronicamente) e un consumo di carburante nel ciclo urbano di 3,76 litri per cento chilometri. Le emissioni di CO2 sono di soli 99 grammi per chilometro.
Il recupero dell’energia in frenata consente la produzione di corrente senza incidere sul consumo di carburante. Nella modalità elettrica l’autonomia della vettura è di circa 50 chilometri.
Grazie a questi risultati, per il quinto anno consecutivo, Bmw è stata considerata dall’indice Dow Jones della Borsa di New York, il costruttore automobilistico più sostenibile del mondo. Sostenibilità ben radicata nell’azienda: dallo sviluppo di tecnologie per veicoli alternativi a basso impatto ambientale, ai processi produttivi puliti fino alle pratiche di riciclaggio compatibili con l’ambiente. Bmw è ritenuta dall’indice Dow Jones responsabile anche verso la comunità con i suoi progetti sociali e nei confronti dei 100mila dipendenti.