Boston, blitz dell'Fbi Manette a 3 sospetti per bomba a New York

Le indagini dell'Fbi in Massachusetts, New York e New Jersey. A Boston fermati due pachistani per violazione delle norme sull'immigrazione. Ma cgli inquirenti non si sbilanciano: "Non ci sono ancora le prove che siano legati al fallito attentato di Times Square"

Boston, blitz dell'Fbi 
Manette a 3 sospetti 
per bomba a New York

Boston - L’Fbi ha condotto una serie di blitz in numerose abitazioni a nord di Boston, nel Massachusetts, nell’ambito dell’inchiesta sul fallito attentato a Times Square dell'1 maggio scorso. Due persone sono state fermate ma per il momento non ci sono accuse formali di terrorismo, gli arresti sono per violazione delle norme sull’immigrazione negli Stati Uniti. Entrambi sono cittadini pachistani. Un altro blitz è in corso a sud di Boston, in un distributore di benzina e l’Fbi ha perquisito numerose abitazioni anche nel New Jersey e a New York in quella che sta prendendo forma come una maxi operazione a livello nazionale. Le autorità federali hanno chiarito che "non esistono minacce per la sicurezza o altri pericoli di attentato negli Stati Uniti". I blitz sono la conseguenza di prove raccolte durante le indagini su Faisal Shahzad, l’americano di origini pachistane che avrebbe voluto far esplodere un’autobomba nel cuore di New York.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti