A tutta B

Serie B, il Parma non sbaglia più. Il Venezia batte il Palermo e vola secondo

Gli emiliani vincono la terza gara consecutiva e scappano in testa seguiti dai lagunari che si imponono nettamente sui sicialiani e salgono al secondo posto a discapito della Cremonese che esce sconfitta da Bolzano. Si riaccende la lotta per non retrocedere, in tre punti ci sono cinque squadre

Serie B, il Parma non sbaglia più. Il Venezia batte il Palermo e vola secondo

La 30ª giornata di Serie B si è aperta con il big match fra Palermo e Venezia nell’anticipo del venerdì sera. I lagunari escono vittoriosi dal “Barbera” con un netto 3-0 figlio di una doppietta del solito Pohjanpalo (18’ e 30’) e al gol di Gytkjaer al 92’. Grazie a questi tre punti i veneti scavalcano la Cremonese e si portano al secondo posto a quota 56, per i siciliani arriva invece la terza sconfitta nelle ultime quattro che allontana le speranze di promozione diretta con i punti che restano 49.

Palermo Venezia

Il sabato pomeriggio si apre con la capolista Parma che vince 2-1 nel quasi testacoda contro la FeralpiSalò. Gli uomini di Pecchia la sbloccano con Mihaila al 29’, il pari dei lombardi arriva con Dubickas al 65’ ma appena tre minuti più tardi Estevez regala tre punti che sanno di Serie A agli emiliani che volano a quota 65, ben nove lunghezze in più sul terzo posto. Cade a sorpresa la Cremonese che perde 3-0 sul campo del Sudtirol. Gli altoatesini dopo aver tirato un sospiro di sollievo sul gol annullato a Coda per fuorigioco al 30’, passano al 39’ grazie ad Odogwu per dilagare nella ripresa prima con Ciervo al 49’ e poi con Merkaj all’83’. I padroni di casa grazie a questi tre punti salgono a quota 38 e sognano un nuovo piazzamento playoff, per i lombardi i punti restano 56 ma la posizione in classifica diventa la terza.

Como Pisa

Torna alla vittoria il Como che si impone per 3-1 sul Pisa e accorcia sul terzo posto. Dopo soli 2’ la gara si sblocca grazie a Gabrielloni, al 10’ è Bellemo a raddoppiare mentre al 49’ il solito Barbieri accorcia per i toscani prima che Cutrone al 79’ chiuda definitivamente la contesa grazie all’undicesimo centro stagionale. I lombardi salgono a quota 55 e accorciano sui corregionali della Cremonese, per gli ospiti arriva una sconfitta che non mina, però, le ambizioni di conquistare un posto in zona playoff. Finisce 1-1 la sfida fra Brescia e Catanzaro, con gli ospiti che la sbloccano nel recupero del primo tempo grazie ad un colpo di testa di Biasci a cui risponde, sempre di testa, Borrelli al 52’. Un punto a testa per Vivarini e Maran che serve a rimettersi in cammino dopo le sconfitte nell’ultimo turno, con i giallorossi che salgono a quota 49 e raggiungono il Palermo al quinto posto, mentre i lombardi raggiungono quota 39 che significa sempre playoff. Vince 1-0 la Ternana sul Cosenza e rovina l’esordio sulla panchina dei calabresi a Viali. A decidere la contesa ci pensa il solito Pereiro al 69’. Grazie a questi tre punti gli umbri salgono a 32 e accorciano a sole due lunghezze dalla salvezza diretta e proprio dagli ospiti che restano fermi a 34.

Bari Sampdoria

Non accenna a fermarsi la corsa della Sampdoria che si impone 1-0 sul Bari grazie al solito Kasami all'87' in una partita piena di emozioni, soprattutto nel secondo tempo: al 72' infatti i padroni di casa hanno dal dischetto la possibilità di portarsi avanti ma Sibilli si fa neutralizzare la conclusione da Stankovic. Con questa vittoria Pirlo continua la sua marcia verso i playoff salendo al settimo posto con 40 punti, per i pugliesi lo spettro retrocessione è, invece, dietro l'angolo: i punti sono 34, appena due in più sui playout. Finisce 1-1 la sfida fra Cittadella e Modena con le emozioni tutta condensate nel primo tempo: al 13' Amatucci porta avanti i padroni di casa mentre al 42' è Magnino ad equilibrare la gara. Un punto a testa che serve a veneti ed emiliani ad alimentare la corsa verso i playoff, con gli uomini di Gorini che salgono a quota 38, mentre quelli di Bianco a 37. Finisce a 0-0 la sfida fra Reggiana e Spezia in una gara che nella ripresa è stata piena di emozioni dopo un primo tempo in cui l'unica vera chance è capitata sui piedi di Girma che ha colpito in pieno il palo: nel finale gli ospiti segnano anche un gol con Vignali ma il direttore di gara annulla subito per fuorigioco e dal parapiglia che si è venuto a creare a ridosso dell'area di rigore emiliana, i padroni di casa si sono visti costretti a chiudere la gara in dieci per il rosso diretto mostrato a Kabashi. Con questo punto Nesta prosegue il buon momento di forma e sale a quota 37, per D'Angelo i punti sono 31 ma la zona salvezza si avvicina.

Ascoli Lecco

É la sfida fra Ascoli e Como a chiudere la giornata prima della sosta del prossimo weekend, complice la pausa nazionali, l'ultima della stagione. I marchigiani con Carrera all'esordio in panchina, si impogono per 4-1 e fanno un grosso salto verso la salvezza. A passare in vantaggio, però, sono gli ospiti con Lepore al 13' ma il vantaggio dura pochissimo perché al 19' prima e al 42' poi, Caligara per due volte consecutive dagli undici metri prima la pareggia per poi ribaltarla; nel finale di gara i bianconeri poi dilagano grazie a Bellusci al 71' e a Duris all'86'. Con questi tre punti i padroni di casa salgono a quota 31 e accorciano a sole tre lunghezze dalla salvezza diretta, per i lombardi rimane l'ultimo posto a quota 21.

Sudtirol Cremonese

Risultati 30ª giornata

Palermo-Venezia 0-3
Brescia-Catanzaro 1-1
Como-Pisa 3-1
FeralpiSalò-Parma 1-2
Sudtirol-Cremonese 3-0
Ternana-Cosenza 1-0
Bari-Sampdoria 0-1
Cittadella-Modena 1-1
Reggiana-Spezia 0-0
Ascoli-Lecco 4-1

Classifica

Parma 65 punti
Venezia 57
Cremonese 56
Como 55
Catanzaro 49
Palermo 49
Sampdoria 40 (-2 punti di penalizzazione)
Brescia 39
Suditorl 38
Cittadella 38
Pisa 37
Reggiana 37
Modena 37
Cosenza 34
Bari 34
Ternana 32
Ascoli

31
Spezia 31
FeralpiSalò 27
Lecco 21

Prossimo turno

Modena-Bari
Como-Sudtirol
Cosenza-Brescia
Lecco-Cittadella
Parma-Catanzaro
Pisa-Palermo
Spezia-Ascoli
Venezia-Reggiana
Cremonese-FeralpiSalò
Sampdoria-Ternana

Commenti