Ce n'era proprio bisogno: anche i confini della Terra adesso avranno la toilette

In un'isoletta sperduta al largo delle coste scozzesi, senza nemmeno un abitante, è stato costruito il primo bagno pubblico. Motivo: c'è un'invasione continua di turisti che non sanno mai dove liberarsi. Pensare che l'ultimo isolano se n'era andato ottant'anni fa

La fantasia non ha confini, nemmeno quando abita l'angolo più intimo e riservato che ciascuno di noi custodisce in casa. «La toilette ai confini della terra» è il sopranome che il quotidiano «Independent» ha dato al primo bagno pubblico che verrà costruito a Hirta, un'isoletta appartenente a St Kilda, sperduto arcipelago a Ovest delle coste scozzesi. Hirta, conosciuta per il suo clima ventoso e ostile, non ha abitanti, e con l'eccezione di una base militare istituita dal ministero della Difesa britannico, non dispone di alcuna costruzione.
Il National Trust of Scotland, proprietario dell'arcipelago, ha però annunciato che sull'isola verrà innalzata una struttura che comprenderà anche un bagno pubblico, di cui i turisti affaticati dal lungo viaggio per raggiungere l'isola potranno finalmente disporre. Negli ultimi due anni infatti, Hirta ha visto una crescente ondata di visitatori, dopo essere stata inclusa tra le mete turistiche di alcune navi da crociera. Gli appassionati di natura si stanno recando sempre più spesso all'isolotto sperduto, per vedere la sua vasta colonia di uccelli, ma molti hanno affermato che la mancanza di un servizio pubblico era decisamente «un problema».
«L'isola è lontanissima dal continente e non ha neanche un negozio» ha raccontato Angus Campbell, che gestisce «Kilda Cruises», una compagnia di navi da crociera che fa tappa all'isola quattro o cinque volte alla settimana nel periodo estivo. «Era troppo primitiva, era necessario apportare qualche miglioramento per far diventare il posto una possibile meta turistica». L'isola un tempo era abitata, ma gli ultimi 36 abitanti se ne andarono nel 1930 a causa delle cattive condizioni climatiche e della dieta: quasi esclusivamente carne di gabbiano. Difficile anche da digerire. Figurati poi in bagno...