Champions, ride l'Inter Ai quarti con lo Shalke

Per i nerazzurri evitati il Real Madrid di Mourinho e lo spauracchio Barcellona. Nella stessa parte di tabellone c'è il derby tra Chelsea e Manchester United

Champions, ride l'Inter 
Ai quarti con lo Shalke

Nyon - La pesca è buona. Il mare all'orizzonte sembra calmo. L'Inter nell'urna di Nyon per i quarti di finale della Champions League trova la più debole del lotto. E niente intrecci con il Real Madrid di Mourinho o con il Barcellona stellare almeno fino alla finale. Sarà ancora sfida alla Germania con lo Shalke 04, dopo l'eliminazione del Bayern Monaco agli ottavi. L'ambiente nerazzurro sperava in tanta grazia dopo che nel "sorteggio di prova" all'Inter era stato abbinato il Barcellona. I tedeschi, che agli ottavi hanno eliminato il Valencia, hanno appena esonerato Felix Magath. E davanti hanno perso per infortunio l'ex milanista Huntelaar. Tutta la responsabilità del gol resta sulle spalle dell'ex madridista Raul, il capocannoniere storico di tutte le Coppe europee (superato Inzaghi). Alle sue spalle l'ispirato è Farfan. In difesa attenzione al centrale Metzelder, titolare della Nazionale tedesca.

Il tabellone Con il sorteggio dei quarti di finale è già stato definito anche il tabellone della Champions League fino alla finale. L'Inter, in caso di passaggio del turno se la vedrà con la vincente del derby inglese tra Chelsea e Manchester United. Questo il tabellone: Inter-Shalke 04 (andata 5 aprile, ritorno 13 aprile), Chelsea-Manchester United (andata 6 aprile, ritorno 12 aprile), Real Madrid-Tottenham (andata 5 aprile, ritorno 13 aprile), Barcellona-Shakhtar Donetsk (andata 6 aprile, ritorno 12 aprile).

I tedeschi ricordano e sperano "Incontriamo i campioni in carica e ci attende una sfida difficilissima, ma questo accoppiamento con l’Inter potrebbe anche essere di buon auspicio". Manuel Neuer, capitano e portiere dello Schalke 04, si affida alla scaramanzia per trovare un lato positivo nel quarto di finale in Champions contro i nerazzurri. "Lo Schalke - sottolinea Neuer - con l’Inter ha già un buon ricordo a San Siro, legato alla finale di Coppa Uefa del 1997 (vinta 4-1 ai rigori dai tedeschi dopo reciproco 1-0 casalingo). Giocare l’andata fuori casa in genere è un vantaggio. Ma negli ottavi l’Inter ha dimostrato che non sempre è così, perdendo a Milano e andando a vincere 3-2 a Monaco". Per Christoph Metzelder, difensore, "è un buon sorteggio. Nel ’97, quando lo Schalke vinse la Coppa Uefa, nei quarti aveva affrontato il Valencia, come quest’anno. Sono molto contento di ritrovare Wesley Sneijder, con il quale ho militato nel Real Madrid. Con Samuel Eto'o è uno dei migliori giocatori offensivi del mondo". "Saranno due partite molto impegnative - commenta Jefferson Farfan, centrocampista del club tedesco -. L’Inter è la squadra campione d’Europa in carica e ha giocatori di livello mondiale. Sarà dura, ma non impossibile".

Commenti