Chiude «Ludika 1243»: la storia dà spettacolo

Nella cornice del quartiere medievale di San Pellegrino, il più antico della città di Viterbo, si chiude domani la sesta edizione di «Ludika 1243», manifestazione di ricostruzione e rievocazione storica che vuole far rivivere le atmosfere del XIII secolo, puntando il dito sulla valenza socio-culturale del gioco come momento di incontro e occasione per cementare conoscenze o amicizie. L’evento trae spunto dalla battaglia che nel 1243 oppose l’esercito guelfo incitato da Santa Rosa, patrona della città e l’esercito ghibellino agli ordini dell’Imperatore Federico II. L’avvenimento culminante della fiera sarà quindi la ricostruzione della mitica battaglia, che si svolgerà domani: in una girandola di colori e al suono di tamburi e chiarine i due eserciti, al termine di una lunga sfilata per le vie della città, daranno vita a una battaglia leale ma animata dal giusto spirito di goliardico antagonismo, con armi di lattice e gommapiuma. Nei giorni precedenti centinaia di figuranti hanno fatto vivere l’attesa dello scontro intrattenendo e coinvolgendo i visitatori in un programma che unisce l’aspetto culturale e storico della rievocazione con quello goliardico e ludico: giochi di ruolo, tornei di spada o di tiro con l’arco, sapori antichi nelle locande aperte per l’occasione. Il programma comprende anche una rassegna cinematografica, spettacoli teatrali e di giullari, dimostrazioni di sport medievali:

Commenti