Emilia Romagna, weekend di primavera fra arte e divertimento

Cinque proposte per partire con meta le città d'arte che offrono jazz, mostre di fotografia d'autore, le sculture di Domenico Rambelli, il Festival del gioco e una rassegna con venti mostre nella Biennale di Rimini dedicata al disegno: da non perdere

Festival Jazz a Piacenza, Joshua Redman
Festival Jazz a Piacenza, Joshua Redman

E’ una primavera ricchissima quella dell’Emilia Romagna. Vietato rimanere chiusi in casa in questi luminosi week end. Non c’è niente di complicato da organizzare: basta mettere due cose nella borsa, chiudere casa e partire. Più facile di così... C’è il week end a Piacenza per godersi la più bella musica jazz in programma in questo momento. Oppure si può scegliere scegliere una mini fuga in Romagna fra mare, arte e cultura e andare così a vedere la prima Biennale del Disegno a Rimini? Piccole destinazioni romantiche, piene di atmosfere, facili da scoprire sotto portici infiniti. A voi la scelta dell’appuntamento che più vi si addice.

Piacenza: il ritmo del Jazz Fest

In questo periodo a Piacenza sono tutti i pazzi per il jazz. L’appuntamento è il Piacenza Jazz Fest. Perché andarci: per scoprire di giorno palazzi patrizi, castelli e la piazza dove partirono le Crociate. La sera si fa tardi in locali ricchi di soul in città o al Teatro Verdi di Fiorenzuola d’Arda per godersi le atmosfere swing e quelle emozioni che arrivano da un assolo di sax… Ingresso a pagamento secondo gli spettacoli. Fino al 5 aprile.

Reggio Emilia: Fotografia Europea 2014

Reggio Emilia diventa la capitale della fotografia e respirerà un’aria internazionale per la nona edizione di Fotografia Europea dal 2 al 4 maggio. Perché andarci: anche se oggi basta uno smartphone per farci sentire tutti fotografi solo gli scatti meravigliosi dei più grandi fotoreporter internazionali riescono ad emozionare. Un appuntamento che coinvolge tutta la città: mostre, incontri con artisti, lectio magistralis, concerti, spettacoli. Bello viverla. Tema 2014? Vedere. Uno sguardo infinito. Mostre fino al 15 giugno.

Modena: Play, il festival del gioco e Play and the city

Tornare bambini? Ebbene sì, si può a Modena (città Unesco) dove sbarca Play and Play the city. Perché andarci: per giocare tutti insieme all’aperto o al chiuso in piazze, musei, luoghi curiosi. Il 5 e 6 aprile il Festival del Gioco si trasferisce alla fiera. Ingresso 13 euro. Fino al 6 aprile.

Faenza monumentale: disegni e scultura nell’arte di Domenico Rambelli

Alla Pinacoteca di Faenza si può ammirare la rassegna antologica dedicata a Domenico Rambelli. Perché andarci: per le sculture che sembrano vive e con un’anima. Rambelli è considerato uno dei massimi scultori del Novecento Italiano. La grande rassegna antologica accosta scultura e disegni, dal 1901 al 1960 per meglio comprendere la sua arte. Fino al 1° maggio.

Rimini: Biennale del Disegno 2014

Oltre 20 mostre in contemporanea nelle location più prestigiose della città che propongono un percorso inedito fra monumenti e arte a due passi dal mare. Succede a Rimini per la prima edizione della Biennale del Disegno, un "nido di idee". Perché andarci: per il corpus di opere unico. Da Parmigianino a Kentridge, da Guercino a Fontana, da Tintoretto a Baccarini, da Hugo Pratt a Federico Fellini, mille i disegni in mostra. Dal 12 aprile all’8 giugno.

Prima di partire
Tutte le informazioni con tante offerte per weekend all inclusive su www.cittadarte.emilia-romagna.it o sfogliando la guida multimediale http://catalogo.cittadarte.emilia-romagna.it/cittadarte. Da smartphone su: www.art-city.mobi

Commenti