Cittadini

Wi-fi nei porti turistici, ecco come funzionerà

Complessivamente sono 39 i porti che aderiscono al progetto “Wi-Fi by Italia.it”

 Wi-fi nei porti turistici, ecco come funzionerà

Ascolta ora: " Wi-fi nei porti turistici, ecco come funzionerà "

Wi-fi nei porti turistici, ecco come funzionerà

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

Il piano per l'installazione di reti Wi-Fi nei porti turistici, promosso dal Ministero del Turismo nell'ambito del Piano Strutturale di Coordinamento, prevede interventi finanziati dal governo. Attualmente la maggior parte dei porti pubblici non dispone di connessione internet. Con questo progetto, il MiTur ha pianificato 39 interventi, con l'87% concentrato nel Mezzogiorno. Successivamente ti invierò i dettagli sugli interventi attivi e quelli in programma. Ecco tutti gli aggiornamenti.

Il progetto

"Wi-Fi by Italia.it" è stato sviluppato su un investimento di 5 milioni di euro da parte del Ministero del Turismo volto a espandere la disponibilità di connessione wireless nei porti turistici più importanti. L'obiettivo è potenziare la digitalizzazione dell'esperienza turistica, migliorando l'accessibilità alla rete Internet in queste aree cruciali per il flusso dei visitatori. Inserito nel Quadro di Sviluppo e Coesione 2014-2020 del Ministero, all'interno di un contesto più ampio di valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico legato al settore marittimo, questo progetto mira a potenziare l'ecosistema del Tourism Digital Hub. Grazie alla connessione gratuita alla rete i visitatori verranno indirizzati alla pagina di benvenuto di italia.it, dove potranno accedere a contenuti contestuali e geolocalizzati.

I numeri

Dei 39 porti che hanno aderito al progetto, 34 si trovano nel Mezzogiorno (87%), 5 nel Centro-Nord (13%). L'installazione è stata completata in 11 di queste strutture (Catania, Cetraro, Isola delle Femmine, Marsala, Milazzo, Peschici, Pozzallo, Palau, Porto Empedocle, Santa Margherita Ligure e Vibo Valentia), con i servizi di connettività già attivi in 7 porti (Catania, Cetraro, Isola delle Femmine, Vibo Valentia, Palau, Peschici e Pozzallo). Sulla questione il ministro del Turismo Daniela Santanchè ha commentato: “I porti turistici sono luoghi d’approdo, ma anche di partenza: è da qui che, una volta sbarcati, si va alla scoperta dei territori italiani”.

La numero uno del ministero del Turismo ha proseguito: “Dotare i porti turistici pubblici di Wi-Fi è un passo imprescindibile e doveroso per poter proseguire il lavoro di sviluppo e potenziamento di infrastrutture nevralgiche – fino a questo momento assolutamente carenti – per i flussi turistici e per l’adeguata valorizzazione del mare come risorsa del turismo".

Commenti