Con un clic su Internet si può spendere la metà Ma occhio alle sorprese

PARAGONI Il «lastminute» non sempre è sinonimo di convenienza. Vince il «last second»

Con qualche ora da spendere su internet e cercando nei siti giusti, le sforbiciate al preventivo delle vacanze possono rivelarsi cospicue. Quando si tratta dei pacchetti offerti sul web o dall'amico dell'agenzia di viaggi realmente all'ultimo momento perché il tour operator rischia l'invenduto, il risparmio può giungere al 50%. Numerose proposte 2x1 sono elencate sul sito viaggiscontatissimi.it, insieme a crociere e pacchetti vacanza a condizioni promozionali, per partenze nell'arco dei 5 giorni successivi, e altrettante se ne trovano anche tra le pagine web di superlastsecond.it. Da segnalare perché utili per una ricerca più ampia sono expedia.it (con proposte volo e hotel più vantaggiose rispetto ai singoli servizi), caesartour.it, edreams.it e opodo.it, ma attenzione a leggere sempre il preventivo finale: in vetrina compaiono i prezzi civetta, relativi ai periodi fuori picco e rigorosamente al netto di tutte le spese accessorie. Con il confronto è facile rendersi conto se sono vere occasioni "lastsecond", da aggiudicarsi alla svelta, laddove invece il tradizionale "lastminute" non è più sinonimo di convenienza. Meglio allora il fai-da-te su internet e una vacanza costruita con pazienza per sborsare meno, in linea con le tendenze di un anno magro: alle ferie non si rinuncia, ma, secondo un sondaggio di Swg e Confesercenti, la spesa media pro capite prevista dai connazionali in vacanza cala rispetto al 2008 del 10,4% a 946 euro. Dopo il Belpaese, Spagna e Francia sono le mete più desiderate, Grecia e Croazia a seguire. Consideriamo il pacchetto più economico per un soggiorno di coppia in un quattro stelle alle Canarie, gettonatissima destinazione iberica, proposto dal sito lastminutetour.com: 1.792 euro per una settimana in mezza pensione a Tenerife a metà agosto. Una ricerca veloce su lastminute.com e medhotels.com per un volo e un hotel equivalenti e la vacanza può prendere forma risparmiando oltre il 26%; se non spaventa uno scalo in più, i costi sono rispettivamente 420 e 222 euro: in due, aggiungendo pure 40 euro per i taxi e le eventuali telefonate, fa 1324 euro. Un altro esempio? La coppia di Milano con bambino che decide per un soggiorno a Rodi in un quattro stelle a pensione completa: 2.648 euro il "lastminute" di Ferragosto evidenziato su lets.it con formula roulette per l'hotel, assegnato cioè solo all'arrivo; pochi clic per trovare su alpitourworld.com tre posti in aereo a 1.456 euro e un soggiorno all-inclusive in un albergo della stessa categoria, scelto ad hoc, a 1.001 euro su lastminute.gr, per un risparmio finale del 7%. Ma si può spendere fino al 24% in meno scegliendo un alloggio alternativo su vacationrentalpeople.com o homelidays.com; infatti, con un budget più basso di 120 oppure di 440 euro si può affittare una villetta con piscina e giardino privati a due passi dal mare o piuttosto un miniappartamento (biancheria inclusa) in un residence. La ricerca degli hotel più convenienti può servirsi, tra gli altri, anche di lowcostholidays.com, hostels.com e del metamotore trivago.it. Una visita a quest'ultimo consente, scelta la categoria e circoscritta la rosa degli alberghi, di confrontare le tariffe più convenienti di ognuno: il prezzo agostano per una camera doppia in centro a Parigi nel 4 stelle meno caro e dal giudizio più alto dei clienti (8,7/10), varia nei diversi siti di prenotazione da 159 a 265 euro: una differenza del 33%. Svariate offerte per i soggiorni nelle capitali europee si trovano anche all'indirizzo logitravel.it. Per gli irriducibili a caccia di occasioni c'è un'ulteriore opzione: le aste online sul sito del tour operator Tui (tui.it), oppure le omologhe con il meccanismo inverso, dove vince l'offerta unica più bassa, come sul sito bidandgo.com, e l'unica spesa certa è per il necessario pacchetto di informazioni relativo al viaggio all'incanto. Il vacanziero che fin qui non si è posto il problema ha prenotato in anticipo: o perché ha famiglia oppure perché il periodo di ferie è prestabilito. L'advance booking prevede di norma sconti compresi tra il 10 e il 15% sui prezzi da catalogo, con maggiori opportunità di scelta e spesso anche con l'omaggio dell'assicurazione e del parcheggio all'aeroporto. Nell'agosto dei prezzi bollenti i voli low cost quasi scompaiono anche all'orizzonte del web, con le tariffe dei charter verso le mete turistiche spesso superiori a quelle delle compagnie di linea, tradizionali e non. Va meglio per le grandi città europee. Ecco l'esempio del Milano-Barcellona e ritorno prenotato su tui.it di qui a un mese: 199,74 euro Iberia, 209,48 Easyjet e 258,48 Lufthansa; se anticipiamo di due settimane, il confronto lo vince Lufthansa con 88,74 euro, mentre i biglietti Iberia e Easyjet costano 109,74 e 121,48 euro. Attenzione, dunque, prima di assegnare il primato della convenienza guardando soltanto il logo della compagnia.

Commenti