Contratti Rinforzi in aula: 5mila precari e insegnanti di sostegno

Si prepara l’organizzazione del prossimo anno scolastico. Un’impresa ardua, soprattutto se si tiene conto che rispetto a quasi 5000 posti tagliati in Lombardia, si registra un incremento di 11 mila studenti. Come si potrà fronteggiare la situazione? Un indiscutibile vantaggio è rappresentato dal fatto che, almeno per quest’anno, non ci saranno più tagli. E il direttore scolastico regionale Giuseppe Colosio potrà contare su oltre mille posti da distribuire alle scuole nel quadro dell’organico di fatto. Questo contingente di insegnanti sarà destinato innanzitutto alle elementari. Per garantire il tempo pieno e l’insegnamento della lingua straniera. Per attivare il massimo numero di sezioni alla scuola materna. Ma soprattutto per assistere gli alunni portatori di handicap. Un fenomeno che nonostante i pensionamenti e i tagli dei posti continuerà a imperversare nelle scuole milanesi sarà quello dei precari per i quali sono previsti almeno 5.000 contratti a tempo determinato. E questo nonostante che tra le operazioni da effettuare entro la fine di agosto ci sarà anche l’immissione in ruolo di 1.115 insegnanti. Anche qui la maggior parte de contratti a tempo indeterminato(524) è destinata agli insegnanti di sostegno degli alunni disabili. Questa la disponibilità dei posti fissi a Milano per gli altri ordini di scuola: 242 per la scuola dell’infanzia, 179 per le elementari, 88 per le medie, 80 per le superiori, 2 personale educativo. Questo intervento riguarda tuttavia solo il 20 per cento delle cattedre che resteranno comunque senza titolare. Altri posti fissi da assegnare sono quelli dei presidi: saranno 103 le scuole lombarde che avranno un capo di istituto titolare. Prima che vengano effettuate le nomine di ruolo o a tempo determinato si dovranno comunque sistemare quasi un migliaio di insegnanti che, in seguito alla razionalizzazione delle classi (se ne potranno formare perfino con 33 allievi), non hanno più il posto nella scuola dove fino ad oggi prestavano servizio e quindi dovranno trovarsi un’altra sede. Poi, a partire da lunedì 24 agosto, cominceranno le operazioni di nomina dei docentiAPoz

Commenti