Crack E Britney mette a dieta le spese folli

Jamie Spears, padre di Britney, ormai stufo di veder sperperare il patrimonio milionario, taglia le spese folli della figlia e sequestra le carte di credito alla reginetta del pop. A cominciare da una super attrezzata palestra con spa costata circa 2,5 milioni di dollari sostituita con un molto più economico videogioco dal titolo «Tutti in forma» (noto come Nutrition game negli Usa) che la Spears potrà utilizzare per fare esercizi anche nel lussuosissimo salotto di casa evitando così di dover pagare i 9 personal trainer che la seguono nelle sue attività fisiche. A far infuriare papà Spears sembra essere stata la spesa di oltre 2.500 dollari per la fornitura di carta igienica griffata Louis Vuitton a cui si devono aggiungere le spese in un solo mese di cellulare (2.400 dollari), ristoranti (4.758), abiti (16.000), divertimenti, regali e vacanze (102.000), oltre ai 14.000 dollari spesi tra nutrizionisti, integratori alimentari, personal trainers e coreografi (fonte Rheinische Post). Secondo quanto denunciato dal padre presso la Corte Suprema di Los Angeles, in meno di un anno la figlia avrebbe speso circa 7,5 milioni di dollari, di cui 2 milioni spesi per gli avvocati e la lotta per la custodia dei figli, 337.000 dollari per la sua sicurezza mentre 146.000 per gli assistenti.