Cronaca internazionale

Bufera polare negli Stati Uniti, si contano almeno 28 vittime

Meteo estremo negli Stati Uniti alle prese con una bufera polare con pochi precedenti in passato: le vittime sono già 28, ecco tutte le altre criticità a partire dalla mancanza di energia elettrica

Bufera polare negli Stati Uniti, si contano almeno 28 vittime

Ascolta ora: "Bufera polare negli Stati Uniti, si contano almeno 28 vittime"

Bufera polare negli Stati Uniti, si contano almeno 28 vittime

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

L'eccezionale bufera artica che attanaglia gran parte degli Stati Uniti con temperature record che non si registravano anche da 80 anni ha già provocato 28 vittime nelle ultime 72 ore secondo quanto riportato dall'emittente Skynews. Come abbiamo visto sul Giornale.it, le indicazioni meteo purtroppo non hanno sbagliato e le temperature sono scese fino a valori di -50°C in Paesi come il Wyoming.

Black out elettrici, incidenti stradali

Fino a questo momento sono state già più di 315mila le case e le aziende rimaste al buio a causa di diffusi black-out elettrici causati da nevicate abbondanti e dal ghiaccio che attanaglia ogni cosa a causa dei valori molto al di sotto degli zero gradi con milioni di persone rimaste al freddo e buio. L'aria gelida non ha ancora esaurito la sua forza visto che continua ad affluire direttamente dal Polo Nord: le aree più colpite dalla tempesta sono le più settentrionali e orientali del Paese con scarsa visibilità stradale e numerosi incidenti per via delle condizioni estreme dove hanno perso la vita la maggior parte delle vittime che si contano fino a questo momento. Alcune storiche arterie stradali come l'Interstate 70 che taglia il Paese, sono rimaste chiuse anche per migliaia di chilometri a causa soprattutto della formazione di ghiaccio.

L'allarme a New York

A causa del ghiaccio e del maltempo, sono stati già migliaia i voli cancellati da e per gli Stati Uniti lasciando a terra decine di migliaia di passeggeri tra Atlanta, Chicago, Denver, Detroit e New York. I meteorologi americani l'hanno ribattezzato il "ciclone bomba", tra i più forti degli ultimi decenni. Ed è proprio nello Stato di New York che il proprio governatore, Kathy Hochul, ha disposto l'operatività della Guardia nazionale dove i servizi di emergenza sono praticamente bloccati a causa delle condizioni estreme. "Probabilmente ci sono ancora centinaia di persone ancora bloccate nei veicoli", ha affermato il dirigente della contea di Buffalo che ha twittato più volte aggiornando i cittadini sulle condizioni meteorologiche.

"Risparmiate l'energia elettrica"

Come detto, problemi enormi anche per tutti i cittadini che sono rimasti barricati in casa: Pjm Interconnection, operatore della rete elettrica di almeno 13 Stati ha chiesto ai propri utenti (circa 65 milioni) di risparmiare più elettricità possibile a causa della bufera. "Conservare il più possibile l'elettricità tra le 4 del mattino del 24 dicembre 2022 e le 10 del mattino del 25 dicembre 2022 contribuirà a garantire forniture di energia adeguate", ha dichiarato l'azienda. Il consiglio è di rimandare l'utilizzo di lavatrici e lavastoviglie ma limitarsi anche con le stufe. La bufera polare è stata paragonata a un uragano di categoria 2 per la sua potenza che rende "pericolosi, a volte impossibile, i viaggi via terra e aerei" durante queste festività secondo l'avviso del National Weather Service.

Preoccupazione l'ha espressa anche il presidente americano Joe Biden. "Questa non è una nevicata come quando eravamo piccoli, questa è una cosa seria", avvisando tutta la popolazione a utilizzare estrema cautela.

Commenti