"Disinstallatela subito": l'allarme spionaggio sulla app Temu

Secondo una ricerca statunitense Temu altro non sarebbe che uno spyware aggressivo pronto a spiare ogni utente

"Disinstallatela subito": l'allarme spionaggio sulla app Temu
00:00 00:00

Temu, l'app cinese che permette di acquistare online varie tipologie di prodotti a prezzi bassissimi, è l'ultima vittima della "guerra delle spie" in corso tra Stati Uniti e Cina. Secondo Grizzly Research, società di analisi del mercato azionario di New York, la piattaforma made in China altro non sarebbe che uno spyware aggressivo pronto a spiare ogni utente. L'applicazione, addirittura, secondo tale lettura potrebbe volutamente operare in perdita con lo scopo di attrarre sempre più utenti, facendo tuttavia profitto vendendo i loro dati personali. Il consiglio, o meglio l'allarme lanciato dagli Usa, può essere sintetizzato in poche parole: disinstallare la app e, al massimo, fare acquisti utilizzando il sito web. Si tratta dell'ennesima caccia alle streghe o il paper presentato ha un fondo di verità?

L'allarme su Temu

PDD Holdings, sede a Shanghai, in Cina, è la società proprietaria di Temu. La piattaforma, che ha riscontrato un successo notevole, è stata attivata per la prima volta negli Stati Uniti nel settembre 2022, per poi fare breccia qualche mese più tardi anche in altri mercati occidentali, Italia compresa. Fin qui le note positive, perché sul lato opposto dagli Usa è arrivato un secco avvertimento. “Crediamo che la PDD sia un’azienda fraudolenta in via di estinzione e che la sua app per lo shopping Temu sia uno spyware abilmente nascosto che rappresenta un’urgente minaccia alla sicurezza per gli interessi nazionali degli Stati Uniti”, si legge nel paper della citata Grizzly Research.

Una tabella inserita nel rapporto è chiarificatrice in questo senso. In una colonna sono elencate alcune aziende: Temu, i suoi concorrenti Shein e Alibaba, e poi Amazon, eBay e lo spauracchio TikTok. Ebbene, l'unico attore a possedere tutte le caratteristiche di un potente spyware è Temu. Per dare un’idea più concreta, questa app possiederebbe tutte le diciotto caratteristiche di uno spyware, mentre TikTok “solo” otto. Tra le criticità sottolineate non mancano gli sviluppatori che hanno lavorato all’app. Già, perché un centinaio di ingegneri sarebbero gli stessi che in passato avrebbero sviluppato Pinduoduo, un’altra applicazione targata PDD già sospesa dal Google Play Store perché ritenuta malevola. In un secondo momento le parti critiche sono state rimosse, ma i ricercatori le hanno comunque ritrovate identiche all’interno di Temu.

Gli effetti della Guerra Fredda Usa-Cina

Lo spyware, in poche parole, è un software che ruba i dati degli utenti senza il loro consenso e li vende altrove. Dove? Nel caso di un'app cinese è lecito supporre che i dati degli utenti occidentali possano finire nelle mani del governo di Pechino. In attesa di ulteriori conferme (o smentite) su Temu, il paper in questione è specifico e dettagliato. “Si stima che Temu stia perdendo $ 30 per ordine. La spesa pubblicitaria e i costi di spedizione (1-2 settimane dalla Cina, consegna rapida negli Stati Uniti) sono astronomici. Ti viene da chiederti come questa attività potrebbe mai essere redditizia. La risposta è implicita: Temu recupera i costi vendendo i dati rubati ai clienti”, procede il paper.

Accuse pesantissime, che si sommano a quelle già scagliate contro TikTok, bandita sui dispositivi aziendali in diversi Paesi e

istituzioni sovranazionali. Nel frattempo, i ricercatori di Grizzly Research hanno chiesto il ban di Temu dai principali store di applicazioni, spiegando che la piattaforma starebbe violando la sicurezza nazionale Usa.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica