Cronaca internazionale

Il Kazakhstan punta sulla cultura e sui giovani per un "nuovo rinascimento"

In occasione della seconda riunione del National Kurultai "Just Kazakhstan – Responsible Citizen" il presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev ha sottolineato l'importanza della cultura e dell'educazione dei giovani

Il Kazakhstan punta sulla cultura e sui giovani per un "nuovo rinascimento"
Tabella dei contenuti

Cultura, arte, spiritualità: sono questi i tre ingredienti principali sui quali intende puntare il Kazakhstan per coltivare l'identità storica e culturale del Paese e, al tempo stesso, promuovere una cittadinanza responsabile. La seconda riunione del National Kurultai "Just Kazakhstan – Responsible Citizen", tenutasi il 17 giugno nella città di Turkistan, ha affrontato proprio questi temi. Gli stessi rimarcati anche dalle parole del presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev nel suo discorso.

Il secondo incontro del National Kurultai

Il National Kurultai è una piattaforma unica nel suo genere, che ambisce a conseguire un consolidamento sociale all'interno del Kazakhstan per raggiungere obiettivi comuni, rafforzando il dialogo pubblico e cercando di stabilire un'ampia discussione su questioni e compiti che riguardano il futuro del Paese. L'evento, come ha sottolineato Tokayev, si è svolto in un momento particolare, visto che, nel corso dell'ultimo anno, il Kazakhstan ha subito una notevole trasformazione politica.

"In breve tempo, abbiamo formato una configurazione qualitativamente diversa delle principali istituzioni di potere, ampliato in modo significativo la partecipazione dei cittadini al processo decisionale e rafforzato in modo completo il sistema di protezione dei diritti umani e delle libertà. Tutto ciò ha notevolmente aumentato la stabilità strategica e l'efficacia del nostro sistema politico, rendendolo più equo, aperto e competitivo", ha ricordato Tokayev.

Quest'anno, tra l'altro, il Kurultai ha adottato un nuovo approccio, riunendo deputati del Mazhilis, la camera bassa del parlamento kazako, rappresentanti della società civile e dei partiti politici, nelle discussioni della giornata di apertura della giornata del 16 giugno.

Costruire un nuovo Kazakhstan

Secondo il presidente kazako, il governo può condurre riforme politiche ed economiche ma questo contributo deve essere accompagnato necessariamente dai contributi individuali dei singoli cittadini. È dunque fondamentale che i valori e i modelli di comportamento delle persone, tanto a livello individuale quanto sociale, siano sempre più moderni, in linea con le trasformazioni del Kazakhstan.

A questo proposito, Tokayev ha invitato ad abbracciare ciò che è necessario per creare un cittadino responsabile, "adal azamat", che possa costruire un "Just Kazakhstan". "La nostra nuova etica sociale dovrebbe basarsi sui valori di unità e stabilità, giustizia e solidarietà, legge e ordine, fiducia e responsabilità. Dovrebbe diventare l'incarnazione del patriottismo, dell'umanità, del culto della conoscenza, della professionalità, della parsimonia e della diligenza. Soprattutto, una delle qualità più importanti dell'individuo che dovrebbe essere valorizzata è un atteggiamento riverente nei confronti della propria terra e del proprio Paese", ha affermato il presidente kazako.

L'importanza del patrimonio culturale

L'identità nazionale può svilupparsi attraverso la storia e la cultura. Nello specifico, per il Kazakhstan è importante rafforzare l'autocoscienza storica della nazione. "Tutti i Paesi sviluppati prestano particolare attenzione alla formazione di un'immagine canonica del loro passato. La pubblicazione di ricerca in più volumi sulla storia del Paese gioca un ruolo chiave in questo", ha spiegato Tokayev.

Non a caso, è stato avviato un lavoro minuzioso per preparare una storia in più volumi del Kazakhstan capace di soddisfare i moderni approcci scientifici. Un libro in sette volumi sarà pubblicato entro la metà del prossimo anno. "Tutti i Paesi sviluppati prestano particolare attenzione alla formazione di un'immagine canonica del loro passato. La pubblicazione di ricerca in più volumi sulla storia del Paese gioca un ruolo chiave in questo", ha aggiunto Tokayev.

Il patrimonio culturale immateriale kazako deve quindi essere preservato per i posteri. Dalle riserve naturali alla musica, passando attraverso i giochi tradizionali, tutto ciò fa parte del patrimonio naturale e culturale del Kazakhstan. Il Burabay National Park e la Markakol State Nature Reserve, così come il musical e l'arte dei burattini di Orteke, sono stati riconosciuti come Patrimonio Culturale Immateriale dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) durante la visita del Direttore Generale Audrey Azoulay Kazakhstan per l'Astana Forum Internazionale dell' 8-9 giugno. Anche i quinti Giochi Mondiali dei Nomadi, che si svolgeranno proprio in Kazakhstan il prossimo anno, sono un esempio di come questo Paese riesca a preservare le sue tradizioni nazionali.

L'educazione dei giovani

Tokayev, che ha dedicato gran parte del suo intervento alle questioni educative delle nuove generazioni, ha spiegato che i profondi cambiamenti socio-culturali nella società iniziano dalla giovinezza. "I nostri giovani ravvivano in chiave moderna il nostro spirito nazionale, coniugando l'esperienza del passato con l'orizzonte del futuro. Il compito dello Stato è mantenere e rafforzare ripetutamente questo slancio positivo. Fatto ciò, creeremo il nostro rinascimento kazako e la nostra epoca di riforma", ha affermato Tokayev.

Nella costruzione di una società e di uno Stato progressisti, ha proseguito il presidente kazako, nessuno strumento è più importante dell'insegnare ai giovani del Kazakhstan i valori di un cittadino responsabile fin dalla tenera età.

"Le qualità inerenti all'essere un cittadino responsabile devono essere radicate nelle menti delle giovani generazioni. Una nuova qualità della nazione si formerà solo attraverso lo sviluppo dell'istruzione, della scienza e della cultura. Queste direzioni possono essere chiamate la triade incrollabile dello sviluppo spirituale della nostra società", ha detto Tokayev, secondo il quale è necessario instillare un solido lavoro educativo da parte di tutti gli individui e le entità coinvolte nell'educazione dei bambini per scongiurare qualsiasi appello alle "influenze negative della globalizzazione".

Il ruolo dell'industria creativa

Il Kazakhstan dovrebbe quindi porre l'industria creativa al centro della sua crescita futura. "Dobbiamo portare l'industria creativa a un nuovo livello. Nel mondo di oggi, i media, i film, gli spettacoli televisivi, i cartoni animati, gli spettacoli sportivi e musicali, i giochi per computer e i libri costituiscono un'unica area volta a plasmare un sistema progressivo di valori e modelli di comportamento. Abbiamo un grande potenziale di sviluppo in questo settore e dobbiamo adottare misure sistemiche per implementarlo pienamente", ha affermato Tokayev.

Il Kazakhstan dovrebbe anche costruire una solida base locale, ad esempio, per l'industria cinematografica: "Abbiamo bisogno di una soluzione completa e coerente ai problemi che si sono accumulati nel settore, trattando l'industria cinematografica come un settore separato dell'economia". Perché è soltanto puntando sulla cultura, come del resto sta facendo il Kazakhstan, è possibile raggiungere un completo rinascimento.

Commenti