Cronaca internazionale

vivo è sta bene": il generale russo Surovikin "riappare" in foto

Il generale russo Sergei Surovikin, rimosso dal suo incarico di comandante delle forze aerospaziali dopo il fallito golpe di Wagner di giugno, è stato immortalato in una foto scattata poche ore fa a Mosca

"È vivo è sta bene": il generale russo Surovikin "riappare" in foto

Ascolta ora: ""È vivo è sta bene": il generale russo Surovikin "riappare" in foto"

"È vivo è sta bene": il generale russo Surovikin "riappare" in foto

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

Era sparito nel nulla dopo il fallito golpe organizzato da Yevgeny Prigozhin. Chi chiedeva che fine avesse fatto Sergei Surovikin, generale russo ed ex vice comandante delle operazioni militari del Cremlino in Ucraina, doveva accontentarsi di una mezza dichiarazione rilasciata lo scorso giugno da Andrei Kartapolov, deputato e capo del comitato di Difesa della Duma. "Surovikin è attualmente a riposo. Non è disponibile al momento", spiegava Kartapolov in un video pubblicato sui social media. A distanza di mesi dall'ultima apparizione pubblica, il "Generale Armageddon", vivo e vegeto, è stato immortalato in una foto insieme a sua moglie.

La foto di Surovikin

Non sappiamo con certezza assoluta né dove né quando sia stata scattata la fotografia pubblicata dal sito di notizie Ostorozhno Media. Stando a quanto riportato dal media, si tratterebbe di uno scatto effettuato nelle ultime ore a Mosca, anche se è impossibile confermare la voce.

Certo è che l'immagine ritrae Surovikin, simpatizzante di Prigozhin, e rimosso dal suo incarico di comandante delle forze aerospaziali dopo il fallito golpe di Wagner, in borghese, con jeans, cappellino e occhiali neri. Il generale è in compagnia di una donna in ciabatte, presumibilmente sua moglie.

Tra le varie indiscrezioni emerse c'erano quelle secondo cui Surovikin sarebbe stato a conoscenza di quanto stava progettando Prigozhin prima del colpo di Stato tentato dal capo della Wagner, e che alcuni generali avessero aiutato l'ex cuoco di Putin ad organizzare il golpe. Ricordiamo che lo stesso Surovikin aveva lodato Prigozhin ai quattro venti, venendo subito considerato un alleato del gruppo dei mercenari. E quindi prossimo a finire nel mirino di Mosca.

A passeggio con la moglie

Prima della diffusione di questa fotografia, vari analisti ritenevano che Surovikin, dopo un lungo ed estenuante interrogatorio, si trovasse agli arresti domiciliari, se non nel famigerato carcere di Lefortovo. A quanto pare, il generale sarebbe libero e godrebbe di una buona condizione fisica.

Surovikin, soprannominato “Generale Armageddon” dalla stampa russa per le sue tattiche aggressive nel conflitto in Siria, era stato visto pubblicamente per l’ultima volta quando aveva lanciato un video appello in cui sollecitava la fine dell’ammutinamento del 23 e 24 giugno da parte dei combattenti del gruppo mercenario Wagner di Prigozhin, mentre la ribellione era ancora in corso.

Pare che Surovikin avesse buoni rapporti sia con la Wagner che, come detto, con Prigozhin, con quest'ultimo solito lodare il generale mentre lanciava regolarmente insulti alla leadership militare russa, in particolare contro il ministro della Difesa, Sergei Shoigu, e il capo di stato maggiore, Valery Gerasimov, per la loro gestione della guerra in Ucraina.

"Il generale

Serghei Surovikin è vivo, sano, a casa, con la sua famiglia, a Mosca". Con questa didascalia, la giornalista Ksenia Sobchak ha pubblicato su Telegram quella che sarebbe la prima immagine pubblica del generale russo.

Commenti