Lei lo lascia, lui aggredisce con la roncola i genitori della ex

Il 25enne non avrebbe accettato la fine della storia con la ragazza. Individuato e fermato dai carabinieri dopo la fuga è stato trasferito nel carcere di Marassi con l'accusa di tentato omicidio aggravato

Lei lo lascia, lui aggredisce con la roncola i genitori della ex
00:00 00:00

É accusato di tentato omicidio aggravato un giovane di 25 anni di Genova fermato dai carabinieri nella notte tra domenica e lunedì. Il ragazzo è finito nelle maglie della giustizia perché avrebbe aggredito con una roncola i genitori della sua ex fidanzata nella loro abitazione di San Colombano Certenoli, nella provincia del capoluogo ligure. Secondo gli inquirenti la violenza sarebbe scaturita per motivi sentimentali. Il 25enne non avrebbe accettato di buon grado la fine della relazione con la donna. In un primo momento, i militari avevano pensato a un'aggressione a scopo di rapina, ma la scena del crimine, e soprattutto il racconto delle persone minacciate, non ha lasciato dubbi.

L'indagine

Dai primi riscontri sarebbe emerso il comportamento poco lineare del giovane, il quale era rimasto molto turbato dalla fine della sua storia d'amore con la fidanzata, durata ben cinque anni. La situazione sarebbe peggiorata quando la ragazza ha iniziato una nuova storia con un altro parner. La gelosia avrebbe preso il sopravvento spingendo il 25enne a compiere gesti inconsulti. I messaggi sul telefono della ragazza da parte dell'ex fidanzato si sarebbero fatti sempre più insistenti tanto da arrivare a minacciare, più o meno velatamente, il suo cane e i suoi genitori. Dallo scorso venerdì il giovane aveva lasciato la propria casa dove viveva in affitto e non utilizzava più il telefono rendendosi così irrintracciabile. Si sarebbe nascosto, sempre secondo gli investigatori, in un'abitazione disabitata vicina a quella dei genitori della sua ex fidanzata.

La vicenda

Domenica sera, intorno alle 22, il giovane si sarebbe arrampicato lungo la parete esterna fino a raggiungere la terrazza della casa dove, proprio in quel momento, la mamma 65enne della sua ex, si trovava per chiudere le finestre. A questo punto sarebbe scattata l'aggressione con la roncola; il giovane avrebbe colpito la donna al volto e alla testa. Quest'ultima ha chiamato in aiuto il marito, ma le cose sarebbero peggiorate di lì a poco. Il 25enne si si è recato nella camera da letto per uccidere il cane che gli è corso incontro, e poi avrebbe colpito con grande violenza anche il marito della donna in bagno. Il ragazzo, infine, avrebbe rubato un'auto per fuggire ma, uscito di strada, si sarebbe allontanato a piedi.

L'arresto

Subito sono scattate le ricerche del giovane da parte dei carabinieri in tutta la zona del Tigullio genovese. Ai militari è giunta nel frattempo, una segnalazione secondo la quale il fuggitivo si era allontanato verso un rifugio tra i boschi a circa due ore a piedi da Santo Stefano d'Aveto. Sono state organizzate le ricerche dell'aggressore all'interno dell'area boschiva, alle quali hanno partecipato i carabinieri del reparto operativo, i militari della compagnia di Chiavari, della stazione di Santo Stefano e i carabinieri forestali. Raggiunto il rifugio "Astas", dopo averlo circondato, i militari sono entrati all'interno bloccando il 25enne dopo un tenue tentativo di resistenza.

Successivamente il ragazzo, trovato in possesso della roncola, è stato accompagnato alla procura di Genova per l'interrogatorio al termine del quale, in considerazione del grave quadro indiziario, il pubblico ministero ha disposto il fermo per il tentato omicidio aggravato. Il giovane aggressore è stato trasferito nel carcere di Marassi.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica