Cronaca locale

Milano, treni da incubo: un'altra giovane molestata, stavolta minorenne

Servizio choc di Fuori dal coro (Rete 4). La situazione è critica e devono essere presi provvedimenti. Il controllore rivela che è stata molestata anche una ragazzina minorenne. Persino l'inviata del programma viene avvicinata da un soggetto sospetto

Milano, treni da incubo: un'altra giovane molestata, stavolta minorenne

Dopo i numerosi episodi di aggressioni, molestie e stupri avvenuti a bordo delle carrozze, adesso viaggiare sui treni fa veramente paura: ha lasciato letteralmente sotto choc l'ultimo episodio avvenuto nei pressi di Milano, lungo la tratta per Treviglio (Bergamo). Una 21enne di origini toscane è stata infatti assalita in pieno giorno da un uomo, che ha abusato sessualmente di lei prima di far perdere le proprie tracce.

A cercare di far luce sulla vicenda è la trasmissione Fuori dal coro, che ha chiesto a uno dei suoi inviati di ripercorrere i passi della vittima. Quanto scoperto nel corso dell'inchiesta è a dir poco inquietante.

"Su questo treno succedono cose brutte"

Milano torna nuovamente osservata speciale per un caso di violenza sessuale. Troppi gli episodi balzati agli onori della cronaca.

L'inviata di Fuori dal coro compie lo stesso tragitto della 21enne, salendo con una telecamera nascosta sul treno regionale Milano–Bergamo. Appena salita a bordo del mezzo, la donna viene avvicinata da una giovane, che le consiglia di non restare in vagone da sola, e le suggerisce di sedersi nella prima carrozza.

Ma non finisce qui perché, più tardi, è addirittura il controllore a parlare all'inviata, chiedendole di non isolarsi e non sostare negli ultimi vagoni. "Su questo treno succedono cose brutte, violenze sessuali e rapine", rivela infatti il controllore, che poi fa una dichiarazione agghiacciante: "Qualche settimana fa è successo a una ragazza minorenne di Vigevano: un uomo si è seduto difronte a lei e ha iniziato a masturbarsi. Le ho suggerito di sporgere denuncia ma non ha voluto farlo, credo per paura. Mi ha mostrato il video e ho visto chi è l'uomo, tutte le volte che lo vedo sul treno lo seguo da lontano".

Insomma, il caso della 21enne di origini toscane, assistita dopo l'aggressione all'ospedale di Treviglio, non è stato il primo e neppure l'ultimo. Pare che un molestatore seriale si stia aggirando sui treni, libero di agire. Sui convogli le violenze continuano a verificarsi, segno che qualcosa nel sistema non va e che c'è bisogno di prendere provvedimenti urgenti.

La proposta choc alla giornalista

Il servizio di Fuori dal coro non si conclude con le rivelazioni, già gravi e allarmanti, del controllore. Quasi a voler rimarcare quanto pericolosa sia la situazione a bordo dei treni, accade qualcosa di incredibile: proprio nel corso della sua inchiesta, l'invita del programma di Rete4 riceve una proposta indecente.

Preso posto in uno dei vagoni, la donna viene infatti disturbata da un soggetto che la prende di mira. Dopo esserle passato accanto alcune volte, si siede davanti a lei e le fa cenno di appartarsi da qualche parte. La giornalista non ha fortunatamente subito alcuna aggressione, perché nella carrozza si trovavano altri passeggeri che sono tempestivamente intervenuti per aiutarla.

Commenti