Conferma sulla "tesi Zangrillo". Ecco perché il virus è in "fuga"

L’infettivologo Bassetti: “Virus ha perso forza, colleghi stranieri confermano”

Sembra proprio che il coronavirus abbia davvero perso la sua forza iniziale. O almeno, di questa idea sarebbero molti esperti, sia italiani che stranieri. La tesi di Alberto Zangrillo, primario e direttore di Terapia Intensiva all’ospedale San Raffaele di Milano, tanto attaccato nelle scorse settimane, sembra trovare adesso conferma nelle parole dell’infettivologo Matteo Bassetti, direttore della Clinica malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova.

In un post su Facebook, Bassetti ha spiegato che “la malattia da Sars-Cov-2 è oggi molto diversa da quella vista a marzo non solo in Italia, ma anche negli Stati Uniti e in Spagna. Come riportato dal quotidiano sudafricano SouthernTimes, anche i colleghi dell'Università di Pittsburg e dell'Arizona, oltre che di alcune università spagnole hanno osservato che il virus ha perso forza, è più debole e alcuni geni che c'erano all'inizio (probabilmente quelli che lo rendevano più aggressivo e letale) ora non ci sono più". L’infettivologo si augura che adesso, dato che la tesi viene avanzata anche da medici stranieri e non solo da quelli italiani, anche i più scettici si convincano del fatto che il Covid-19 è realmente cambiato. In effetti è molto tempo che il direttore sostiene questa tesi, al pari del collega Zangrillo che era stato duramente attaccato per aver detto che adesso il virus clinicamente non esiste più.

Sapere anche quanto virus c'è nei pazienti positivi

Per quanto riguarda i tamponi e gli asintomatici, Bassetti ha sottolineato che non basta refertare le risposte dei tamponi naso-faringei o di ogni altro materiale testato solo differenziandoli come positivi o negativi. Sarebbe invece importante indicare anche la quantità di virus presente. Altrimenti i risultati potrebbero essere fuorvianti dal punto di vista infettivologico e quindi non utili allo studio. Si dovrebbe invece dare un numero o meglio, una quantificazione di quante particelle di virus vi sono e determinare una soglia. Al di sopra di questa il paziente può essere considerato contagioso. “In assenza del “quanto” rischiamo di commettere errori nell'isolamento di soggetti asintomatici positivi che potrebbe non essere necessario. D'altronde se il soggetto Hiv positivo con carica virale non rilevabile (ovvero bassissima o nulla) non trasmette l'infezione, probabilmente succederà lo stesso anche per Sars-Cov-2" ha concluso Bassetti.

Dalla sua parte anche i numeri relativi a Genova e alla Liguria in generale, che sembrano confermare il fatto che il virus abbia perso la sua intensità. Non vi sono infatti più casi gravi che necessitano un ricovero, prova ne è che non ci sono nuovi ricoveri nei reparti di terapia intensiva. L’infettivologo ha però voluto sottolineare che, nonostante i numeri siano incoraggianti, non si deve abbassare la guardia. Distanziamento fisico, utilizzo della mascherina dove necessaria e pulizia delle mani sono ancora necessari.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

antonmessina

Sab, 13/06/2020 - 15:08

uso della mascherina è ridicolo per non dire dannosissimo

Altoviti

Sab, 13/06/2020 - 15:10

Forse questi geni pericolosi non ci sono più prorpio perché non erano naturali ma aggiunti dall'uomo in un laboratorio.

agosvac

Sab, 13/06/2020 - 15:19

Dopo avere detto diverse cose giuste, questo infettivologo spara minchiate: se il virus ha perso di virulenza e non è più in grado di attaccare, che senso ha usare mascherine che di suo già proteggono meno del 50%??? Che senso ha stare tutto il giorno a lavarsi le mani quando basterebbe lavarsele non appena rientrati a casa??? L'unica cosa sensata è tenersi lontani dagli altri ma fino ad un certo punto: tutto il resto è follia indotta dal terrorismo mediatico e politico. Ho detto fino ad un certo punto perché , vista la carica virale fortemente ridotta, forse sarebbe ora di farsi contagiare per avere un'immunità , temporanea o no, poco importa.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 13/06/2020 - 15:33

Che il virus si sarebbe potuto indebolire con l'aumento delle temperature era uno degli auspici emersi già all'inizio della pandemia. Il Prof. Zangrillo non è stato "tanto attaccato nelle scorse settimane" per aver ribadito questo concetto ma per aver aver dichiarato che il virus era "clinicamente inesistente, scomparso", generando confusione o addirittura false illusioni fra i non addetti ai lavori, cioè la stragrande maggioranza degli italiani, i quali hanno difficoltà nel conferire la corretta valenza del termine "clinicamente".

Ilsabbatico

Sab, 13/06/2020 - 16:06

Fate e dite quello che volete sul virus, ma io la mascherina non la metto...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 13/06/2020 - 16:19

agosvac 15:19...Concordo!Mai una volta che dicano:"ora basta,abbiamo capito,abbiamo sbagliato,questo virus al 95% delle persone,non crea problemi,al 5% ne può creare pochi o tanti,in funzione delle condizioni di salute,e quantanche "colpiti",abbiamo capito come curarli,senza cure devastanti/inutili(vedi "ventilatori"),da farsi a possibilmente a casa"....Diranno questo?....MAI!Gli Italiani lo devono capire da soli!

stefano751

Sab, 13/06/2020 - 16:23

E' la conferma che è stato creato in laboratorio.

Ilsabbatico

Sab, 13/06/2020 - 16:52

Ah e dimenticavo....oltre a non mettere la mascherina, col cavolo che farò il vaccino!!!!

agosvac

Sab, 13/06/2020 - 17:08

Egregio Zagovian, purtroppo questo Governo ha fatto un tale terrorismo sanitario da lavare il cervello in molti italiani che non hanno ancora capito con che cosa si ha a che fare. Ho visto moltissime persone che ancora portano mascherine all'aperto. Ma come si può accettare di soffrire inutilmente??? Già servono a ben poco anche al chiuso, ma all'aperto sono addirittura estremamente dannose, eppure non riescono a capirlo. Ha letto di quella donna nell'autobus che ha inveito contro uno senza mascherina ed era vestita, quasi in Estate, con un giaccone, portava la mascherina ed in più , incredibile, anche la protezione facciale integrale??? E' chiaro che era totalmente fuori di testa.