Anziani presi a pugni da albanese: dopo il processo torna in libertà

Lo straniero era in stato di ebbrezza al momento del fermo; ancora da accertare la causa che ha scatenato il raptus di follìa nei confronti delle vittime

Anziani presi a pugni da albanese: dopo il processo torna in libertà

Ha preso a pugni e senza motivo tre anziani in via Giuseppe Mazzini a Castel San Pietro Terme (Bologna). Per questo motivo lo scorso giovedì, intorno alle 19:30, era stato tratto in arresto un 39enne di nazionalità albanese, fermato dai carabinieri del Comando di Imola grazie alla segnalazione di un testimone.

Le vittime, di 77, 73 e 66 anni, sono state trasportate al pronto soccorso dell’ospedale di Imola dalle ambulanze arrivate sul posto. A causa dei vari traumi riportati al torace ed alla testa, agli anziani sono stati riconosciuti 8 giorni di prognosi al momento della dimissione.

L’albanese, visibilmente ubriaco, ha opposto una strenua resistenza al momento dell’arresto, ma alla fine ha dovuto capitolare ed è finito in manette in attesa di giudizio. Per lui l’accusa di lesioni personali aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.

Venerdì mattina, durante il previsto processo per direttissima, il giudice ha convalidato la misura cautelare del carcere. Ciò nonostante l’aggressore straniero è tornato in libertà in attesa dell’udienza, che è stata posticipata come richiesto dall’avvocato difensore.

Commenti