Anziano legge il giornale in piazza, scatta la multa da 400 euro

L'81enne stava aspettando il proprio turno per entare in farmacia, ma gli agenti non hanno voluto sentire ragioni

Anziano legge il giornale in piazza, scatta la multa da 400 euro

Ecco gli effetti delle prime pesanti restrizioni imposte dal governo Conte alle regioni collocate nelle zone rosse: a Treviglio (Bergamo), un anziano di 81 anni ha ricevuto una sanzione di ben 400 euro dopo essere stato sopreso dagli agenti della polizia locale mentre leggeva il giornale seduto su una panchina, in attesa di entrare in farmacia. Subito dopo l'entrata in vigore dell'ennesimo Dpcm, sono cominciati i controlli da parte dei rappresentanti delle forze dell'ordine, impegnati a far rispettare le nuove regole ai cittadini. Tanti gli interventi effettuati dai carabinieri e dagli agenti della locale. Questi ultimi, secondo quanto riferito da "Il Corriere", avrebbero comminato almeno 8 sanzioni amministrative.

A ricevere una multa anche il fotografo in pensione Pino Colla, che racconta incredulo quanto gli è accaduto ai microfoni del quotidiano. L'anziano era uscito di casa per recarsi in farmacia ma, a quanto sembra, non aveva con sé l'autocertifazione. L'81enne, del resto, si era allontanato di pochi metri da casa. I vigili, tuttavia, non hanno voluto sentire ragioni, ed hanno deciso di multarlo perché stava leggendo il giornale in piazza Manara."Il soggetto si attardava sulla panchina per leggere il giornale", è quanto si legge nel verbale, come riportato dal "Corriere". Un'intransigenza che ha lasciato l'anziano del tutto basito. "Abito in centro storico e sono andato in piazza Manara, saranno 300 metri da casa. Dovevo comprare delle medicine ma c’era una lunga coda fuori dal punto vendita. Prima ero passato in edicola e così nell’attesa, ho 81 anni, mi sono seduto e ho sfogliato il quotidiano", spiega l'uomo. "I vigili non hanno voluto sentire ragione e mi hanno multato: 'Lei non può stare qua, noi dobbiamo farle il verbale'".

L'anziano racconta che è stato il suo stesso cardiologo a consigliargli di uscire di casa per fare del movimento."Io ho cercato di spiegare, ma questi signori mi hanno detto: 'Non ci prenda in giro'", dichiara l'81enne, "Cioè, loro si sono sentiti presi in giro. Ma chi è che vuole prendere in giro? Io non voglio prendere in giro nessuno, non mi sembra che questa cosa sia educativa. Io ho detto: 'Guardi che devo andare in farmacia. Sono qua che aspetto una persona, poi vado in farmacia. Se vuole torno a casa subito, però non stia a fare il verbale'. Che senso ha fare il verbale?". Le parole dell'uomo sono però servite a ben poco, ed è scattata la multa da 400 euro.

Il signor Colla, tuttavia, non è stato l'unico. Anche un ragazzino di 14 anni è stato sanzionato (sempre 400 euro), perché trovato in giro insieme ad alcuni amici con la mascherina abbassata. Non solo. Un'agente donna della polizia municipale avrebbe addirittuta finto di essere una possibile cliente di un centro estetico per cogliere in fallo l'esercente.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti