Bankitalia: "Cresce ancora il debito pubblico"

Non migliorano le condizioni del debito pubblico. È ancora a livelli record: Bankitalia adesso lancia l'allarme

Non migliorano le condizioni del debito pubblico. È ancora a livelli record. E a sottolinearlo è proprio Bankitalia che comunica come a gennaio il debito sia aumentato di 32,7 miliardi, toccando quota 2.250,4 miliardi. Palazzo Koch spiega cosa c'è dietro questa crescita record. Per Bankitalia l'incremento è dovuto all'aumento delle disponibilità del Tesoro solo in parte compensato
dall'avanzo di cassa (1,3 miliardi) e dall'effetto complessivo degli scarti e dei premi all'emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e della variazione del cambio dell'euro (0,4 miliardi). Solo qualche giorno fa il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco aveva dettato la ricetta per ridurre il debito: "Il sentiero di riduzione del nostro debito pubblico, assai elevato in assoluto e in rapporto al prodotto, passa necessariamente attraverso un aumento del potenziale di crescita dell’economia. Solo percorrendo questa via - ha spiegato Visco - sarà possibile mantenere la credibilità sui mercati finanziari ai quali dobbiamo ricorrere non solo per finanziare il disavanzo ma anche per il rinnovo del debito che ogni anno viene a scadenza".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 15/03/2017 - 11:48

basta qualche patrimoniale o aumento della IVA e tutto si sistema, io incomincerei dalla benzina ..

il veniero

Mer, 15/03/2017 - 12:04

SCOMMETTIAMO CHE ENTRO 2 ANNI ci sarà una patrimoniale diretta di almeno il 10/15 % sui capitali ? Buona parte della sinistra spinge da tempo a riguardo ...aspettano solo il pretesto giusto x rubare soldi altrui .

unosolo

Mer, 15/03/2017 - 12:42

Avvisate il governo e tutta la marea che lo sostiene ancora , le stampelle non servono , serve l'eutanasia per questo governo come il precedente è latente , non capisce il pericolo e porta avanti uno spreco infinito per mantenere enti inutili e rami della PA sterili che succhiano miliardi politicamente e istituzionalmente , ladri , la legge elettorale ? quante chiacchiere prima per non andare alle elezioni , tutti i politici nessuno vuole fermare la legislatura per compromesso , il debito sale ? a loro non gli frega nulla , pensano solo a farsi ricchi tra stipendi rimborsi e deleghe , ladri ,.,

badboy

Mer, 15/03/2017 - 13:52

Per ridurre il deficit bisogna finalmente iniziare a ridurre LE SPESE. Ancora ci affonda Draghi con i suoi soldi prestati, ma l'Amministrazione Pubblica non è cambiata per niente. Se non vogliamo fallire appena Draghi non ci vizia piú dobbiamo riorganizzare il settore pubblico e cacciare almeno 30% dei funzionari...