"Adesso scrivi Lopalco". Il "santino" al paziente che imbarazza il "prof"

Scoppia il caso intorno alla vicenda di una paziente oncologica che ha ricevuto l'invito a un convegno scientifico con, all'interno della busta, il materiale elettorale dell'epidemiologo pugliese. Fratelli d'Italia presenta un'interrogazione parlamentare

"Adesso scrivi Lopalco". Il "santino" al paziente che imbarazza il "prof"

Il cavallo di battaglia della campagna elettorale per le prossime regionali è senza dubbio la salute. In piena pandemia si è assistito a un passaggio dei medici dalle corsie d'ospedale alle sezioni dei partiti politici come mai prima d'ora. Anche in Puglia ha creato molto scalpore la candidatura di Pierluigi Lopalco, epidemiologo e responsabile del coordinamento della Regione Puglia per le emergenze epidemiologiche durante la pandemia. Lopalco ha deciso, a luglio scorso, di candidarsi in una lista al fianco di Michele Emiliano e ora porta avanti la sua campagna elettorale.

Con la salute delle persone, però, non si scherza e questo Michele Emiliano dovrebbe saperlo. A riguardo è scoppiato in Puglia il caso di una paziente oncologica di Bari che ha ricevuto per posta l'invito a un convegno dal titolo: "Covid-19: pandemia e tumori, scenario presente e futuro nel nostro territorio". All'interno della busta c'erano i "santini" elettorali di Pierluigi Lopalco. "C'è posta per me - scrive la donna su Facebook e continua -Vedete un po' cosa ci si inventa per ottenere voti da pazienti oncologici".

La vicenda è stata messa in evidenza da Fratelli d'Italia che ha presentato un'interrogazione parlamentare per capire come mai siano stati utilizzati i dati sensibili di una paziente oncologica e se come lei anche altri abbiano ricevuto la stessa lettera. "È una grande scorrettezza, non si può attingere ai dati personali dei pazienti oncologici. Voglio capire cosa è successo, come sono venuti in possesso dei dati e come sono stati utilizzati. Sto portando avanti questa battaglia a tutela di tutti i pazienti oncologici. Noi non siamo interessati a parlare dell'episodio in sé o della donna che non pensava che il suo post potesse avere una condivisione così ampia anche a livello mediatico, ma noi siamo interessati a capire la filiera delle responsabilità" ha detto a ilGiornale.it l'onorevole Marcello Gemmato, coordinatore regionale pugliese di Fratelli d'Italia.

Parlare con la donna neanche a parlarne. "Ha chiesto di lasciarla stare e che ha sbagliato a pubblicare il post" ha dichiarato ancora Gemmato. Sul caso si è anche espressa Giorgia Meloni. "Vorrei tanto sapere se Michele Emiliano sia a conoscenza di questa speculazione sui malati che si verifica in Puglia. È normale che una paziente oncologica riceva per posta pubblicità elettorale con tanto di indicazioni di voto per l'ex capo della Task Force pugliese per l'emergenza covid-19, Pier Luigi Lopalco?" chiede in un post su Facebook la leader di Fratelli d'Italia e conclude: "Fare campagna elettorale in questo modo è una vergogna e una grande mancanza di rispetto per chi sta combattendo una difficile battaglia.".

Intanto, sempre su Facebook, l'epidemiologo pugliese ha pubblicato un post dichiarando di non saperne nulla del materiale elettorale all'interno degli inviti al convegno scientifico sul Covid ed i tumori. Ha condiviso, inoltre, una nuova dichiarazione della paziente al centro della vicenda ( di cui non riporteremo il nome per rispetto della sua privacy). "Credo nella sua buona fede" scrive la donna riferendosi a Lopalco e chiede pubblicamente scusa " se mi sono lasciata andare ad affermazioni e ad insinuazioni. Ora basta.".

Commenti